Home Attualità Sicilia, “rosso fuoco”

Sicilia, “rosso fuoco”

Prosegue e si aggrava l’emergenza incendi in Sicilia.
Sono numerosi i roghi divampati nelle ultime ore che hanno impegnato Vigili del fuoco, operai forestali e uomini della Protezione civile in particolare a Messina, dove ben 14 incendi si sono scatenati sulle colline che sovrastano le abitazioni costringendo diverse famiglie ad evacuare.
“Un attacco ai boschi e all’Isola come non si era mai visto” – dichiara l’assessore regionale al Territorio e ambiente, Maurizio Croce, che aggiunge: “I numeri parlano chiaro: tra il 15 giugno e il primo luglio si sono registrati 1.450 focolai che hanno distrutto 2.300 ettari di boschi e 13mila ettari di terreni e sterpaglie. Ciò significa il 20 % in più, e nessuno mi venga a parlare di autocombustione: 1.400 focolai significa che ci sono state 1.400 persone che hanno attizzato il fuoco”- conclude Croce.
Nell’altro versante, nel centro della Sicilia, la situazione non è migliore. Un incendio di vaste dimensioni è divampato sulla A/19 Palermo-Catania, causando disagi agli automobilisti, che sono rimasti bloccati, perché la polizia è stata costretta a chiudere per qualche ora l’autostrada tra gli svincoli di Caltanissetta ed Enna in tutte e due le direzioni di marcia. E nella notte si sono registrati roghi anche nel Palermitano a Torretta, e nel territorio di Petralia Sottana e Soprana. C
olpita anche la zona dell’Agrigentino, nei pressi di Contrada Tavolacci a Bivona, devastando buona parte dell’area boschiva nei monti San Filippo, Kadera e delle Rose, tra Bivona e Santo Stefano Quisquina. In merito a ciò interviene il vicecapogruppo del Pd, Giovanni Panepinto, già sindaco di Bivona, che chiede all’assessore Maurizio Croce di avviare una verifica e chiedere una relazione dalla quale possano emergere la tempistica e le modalità di intervento autorizzate avviando immediatamente interventi di rinascita del territorio colpito dalle fiamme.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Incidente mortale a Sciacca: muore un uomo di Canicattì

Un’autovettura Mercedes, per cause ancora in corso d’accertamento, è precipitata dal viadotto del torrente Bagni, a poche centinaia di metri dall’abitato di Sciacca. Il...

Covid: in Sicilia 183 nuovi positivi, cinque i decessi

Sono 183 i nuovi positivi al Covid 19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 13.525 tamponi processati, con una incidenza che torna...

Il Consorzio Universitario di Agrigento ospita Aldo Cazzullo

Nell’ambito delle iniziative culturali promosse dal Consorzio universitario di Agrigento, lunedì prossimo, 21 giugno, alle ore 10:30, nell’auditorium “Rosario Livatino”, il Consorzio, in collaborazione...

Truffa on line a danno della parrocchia di Calamonaci, denunciato

I Carabinieri della stazione di Calamonaci, in provincia di Agrigento, dopo avere ricevuto la querela da parte di un giovane di 20 anni attivo...

Recent Comments