Home Cronaca “Rifiuti”, Agrigento al contrattacco

“Rifiuti”, Agrigento al contrattacco

Ad Agrigento, trasformata ormai in una vera e propria discarica di rifiuti indifferenziati intercomunale, si tenta di correre ai ripari. Il Comune dichiara guerra agli incivili che, non praticando la raccolta differenziata nei comuni di residenza, ritengono più comodo buttare i sacchetti della spazzatura non differenziata nei cassonetti o, peggio, fuori dai cassonetti, ad Agrigento. I Vigili urbani sono già lavoro per il controllo del territorio, e alcuni cittadini di Porto Empedocle hanno subito delle sanzioni.

E per contrastare più adeguatamente tale fenomeno, il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, ha emesso un’ordinanza che vieta il conferimento di rifiuti, negli appositi cassonetti, a residenti non agrigentini e a operatori economici-produttivi che non abbiano una attività in città. Il provvedimento mira a fronteggiare quindi l’usanza, ormai consolidata e in aumento, di persone che, per eludere la raccolta differenziata, conferiscono i propri rifiuti nel territorio comunale di Agrigento, con evidenti ripercussioni, soprattutto economiche, sulla raccolta e sulle bollette. Chi verrà beccato pagherà una sanzione che va da 25 a 500 euro. Il sindaco quindi ha rafforzato i controlli con tre pattuglie distinte, con automobili non identificabili ed il personale in borghese. E poi dovrebbero essere installate delle telecamere nei punti più sensibili della città. Inoltre, Firetto ha chiesto al prefetto Nicola Diomede la convocazione di un tavolo tecnico da estendere anche ai Comuni di Aragona, Favara, Porto Empedocle e Raffadali, per affrontare tutti insieme l’emergenza incombente.

E Firetto afferma:“Tutti insieme possiamo vincere questa battaglia di civiltà. Agrigento ha bisogno di tutti, sopratutto dei cittadini, per far emergere il carattere vero della città a vocazione turistica, e che ambisce ad essere ‘Capitale Italiana della Cultura’ del 2020”.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Palermo, due neonati, tra cui un’agrigentina, positivi al covid. Uno è intubato

A Palermo all’ospedale Cervello sono ricoverati due neonati, tra cui un'agrigentina, positivi al covid. Uno è intubato nel reparto di terapia intensiva neonatale. Nello...

Il Cga a favore di una professoressa di Raffadali

La Prof.ssa L.P.L. di Raffadali ha partecipato al concorso il concorso per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente nella scuola con...

Agrigento, discarica in via Alfiere Volpe

Il vice presidente del Codacons di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, segnala e documenta in foto e video (in onda oggi al Videogiornale di Teleacras)...

Alla Provincia di Agrigento si è insediato il nuovo Segretario Generale

Ad Agrigento alla Provincia si è insediato al mattino di oggi il nuovo Segretario generale. Si tratta di Pietro Nicola Amorosia, ...

Recent Comments