Home Cronaca Canicattì, confermato il dissequestro dei beni di Angelo Di Bella

Canicattì, confermato il dissequestro dei beni di Angelo Di Bella

Angelo Di Bella
La sezione misure di prevenzione della Corte d’Appello di Palermo, pronunciandosi sul ricorso della Direzione distrettuale antimafia di Palermo, ha confermato quanto disposto il 12 giugno del 2013 dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Agrigento, che ha dissequestrato una parte dei beni al presunto mafioso di Canicattì, Angelo Di Bella, 60 anni. A Di Bella sono state restituite 3 ditte individuali, 5 società, conti correnti e diversi beni immobili intestati a lui e ai suoi familiari, del valore di alcune decine di milioni di euro. I giudici d’Appello hanno invece confermato la confisca di una parte del capitale sociale di una società azionista di un centro commerciale agrigentino.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

La pandemia covid nell’Agrigentino e i dati in dettaglio

La pandemia coronavirus nella provincia agrigentina e i dati in dettaglio diffusi dall’Azienda sanitaria. Sono 33 i nuovi positivi. I ricoveri sono 7 .I...

Agrigento, tassa soggiorno e difficoltà finanziarie: intervista a Di Rosa al Vg

Il sindaco di Agrigento, Franco Miccichè, ha appena annunciato come saranno spesi, d’accordo con la Consulta del turismo, i 265mila euro a disposizione ricavati...

Emergenza incendi, vertice in Prefettura ad Agrigento

A fronte dell’emergenza incendi, il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, ha firmato un documento di prevenzione e repressione degli incendi con i...

71 chili di droga nel cimitero

La Guardia di Finanza, in occasione di un blitz nel cimitero di Giarre, in provincia di Catania, ha trovato 71 chili tra marijuana, hashish...

Recent Comments