Home Cronaca Sbarchi “fantasma” e allarme

Sbarchi “fantasma” e allarme

A ridosso delle coste agrigentine si catapultano sempre più numerose barche cariche di migranti originari dell’area del Maghreb, che in arabo significa “Luogo del tramonto”. E infatti si tratta dei Paesi a nord ovest dell’Africa, a occidente, a ponente, dove tramonta il sole, tra Marocco, Algeria e Tunisia, da dove non si fugge per guerre o persecuzioni ma per altre ragioni che il procuratore della Repubblica di Agrigento, Luigi Patronaggio, non intende sottovalutare. Infatti, le sue recenti parole sono state: “Tunisini e maghrebini in genere non scappano dalle guerre o dalle persecuzioni. Sono migranti economici. I motivi per cui arrivano in Italia potrebbero non essere solo legati a bisogni economici. Tra loro ci sono persone che non vogliono farsi identificare, gente già espulsa in passato dall’Italia o appena liberata con l’amnistia dalle carceri tunisine, o magari che ha preso parte alle rivolte del 2011 della ‘primavera araba’. Tra loro potrebbero esserci anche persone legate al terrorismo internazionale. Per questo penso che siamo di fronte a un’immigrazione pericolosa. La maggior parte dei migranti, dopo i misteriosi approdi, spariscono, nonostante gli sforzi delle Forze dell’ordine. Alcuni tentano di raggiungere le stazioni ferroviarie o dei pullman più vicine. Riteniamo che i più scaltri abbiano qualcuno che li attenda e li porti via. E’ possibile che ci siano dei basisti a terra”. Nel corso delle ultime ore la costa dell’Agrigentino è stata letteralmente sotto assedio. Sbarchi, più o meno “fantasma”, eludendo i controlli in mare, di migranti maghrebini, si sono susseguiti a ritmo incalzante ad Agrigento, a Cannatello, dove sono approdati in circa 50, poi a piedi sparpagliati tra San Leone e Villaggio Mosè. E poi ancora a Torre Salsa e a Monte Stella a Siculiana.

Pubblicato da Mareamico Delegazione Di Agrigento su Domenica 24 settembre 2017

E poi a Licata, nelle località Poggio di Guardia e La Playa. Ed è dal giugno scorso che tale fenomeno – esclusivamente agrigentino, esteso anche a Lampedusa e Linosa – si ripete a cadenza costante. Il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, condivide le preoccupazioni del capo dei magistrati inquirenti, Patronaggio, e annuncia che si rivolgerà al ministro dell’Interno, Marco Minniti, affinchè sia potenziato il numero delle Forze dell’ordine a disposizione. E Firetto afferma: “La Questura e tutte le Forze dell’ordine stanno svolgendo un lavoro immane, ma serve un rafforzamento dei presidi e invierò quindi una nota al ministro Minniti. La città dei Templi è sempre stata, e sempre lo sarà, città d’accoglienza, ma in questo momento Agrigento ha bisogno di sicurezza. I nostri concittadini hanno bisogno di essere rassicurati tenuto conto delle voci che si diffondono su presunti svuotamenti di carceri in Tunisia”.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Covid, morta la bimba di 11 anni a Palermo. A Ribera record ricoverati non vaccinati. I dati del contagio

A Palermo all'ospedale pediatrico "Di Cristina" è morta la bambina di 11 anni ricoverata da diversi giorni nel reparto di terapia intensiva covid dopo...

Agrigento, associazioni turistiche contestano la spesa della tassa di soggiorno

Numerose associazioni turistiche, Tante Case Tante Idee, Abba, Assoturismo, Assohotel e Confesercenti, intervengono nel merito della spesa della tassa di soggiorno ad Agrigento. E...

Confasi Scuola dissente su recente decreto ministeriale. I dettagli

La Confasi Scuola esprime dissenso nei confronti del decreto del Ministero dell'Istruzione relativo alla formazione obbligatoria che riguarda i docenti su posto comune...

La Fidapa di Agrigento ha celebrato la “Cerimonia delle Candele”

La Fidapa di Agrigento ha celebrato la 40esima Cerimonia delle Candele, che rappresenta il momento più importante e significativo dell’anno sociale, rinnovando...

Recent Comments