Home Politica Rifiuti, il nodo al pettine

Rifiuti, il nodo al pettine

Al momento non è cambiato nulla. Anche adesso si discute e ridiscute delle stesse ipotesi, come nei tre anni precedenti alla conclusione della legislatura Crocetta, al tempo dell’emergenza rifiuti, ogni sei mesi, quando è stato necessario prorogare di altri sei mesi lo stato di emergenza. “I rifiuti li trasportiamo fuori dalla Sicilia? In Italia? E perchè no, anche all’estero. E poi: costruiamo i termovalorizzatori. Due maxi? Uno per la Sicilia orientale e uno per l’occidentale? No, ne costruiamo 6 mini, distribuiti nel territorio”. E’ stata una manfrina tanto ributtante quanto ridicola che si è ripetuta per 36 mesi. Adesso, appena prorogata l’emergenza, scaduta il 30 novembre, il maestro non è più lo stesso ma la musica sì, e lo spartito da leggere e interpretare, a spese dei siciliani, è identico. Dunque, ricapitolando e prospettando: il ministro dell’Ambiente, Giampiero Galletti, ha concesso la proroga, non di sei ma di tre mesi. E perchè? Perchè forse il ministro, a conclusione del suo incarico, intenderebbe procedere più seriosamente, e usando toni perentori si è rivolto così al presidente della Regione, Nello Musumeci, e al suo assessore ai rifiuti, Vincenzo Figuccia: “Basta hazzeggiare (come lo pronunciano in Toscana aspirando la c). Adesso dovete decidere. Pretendo garanzie sulla costruzione degli impianti alternativi alle discariche, dai termovalorizzatori alle stazioni di compostaggio”. Morale della favola, che favola non è: Musumeci e Figuccia entro tre mesi sono obbligati a rispondere al ministro. Termovalorizzatori-inceneritori sì o no?”. E però, a prescindere dal sì o dal no a bruciare i rifiuti, l’emergenza attuale non sarebbe affatto risolta. Anzi: quasi tutte le discariche in Sicilia sono prossime all’esaurimento, tra Bellolampo Palermo, Trapani e Ragusa. E quindi riecco la manfrina: “Nel frattempo che trascorre il tempo trasportiamo i rifiuti fuori dalla Sicilia”. Così ha proposto l’assessore di turno, allo stesso modo del suo predecessore. Vincenzo Figuccia, pur essendo a conoscenza che i precedenti tentativi di esportare i rifiuti siciliani fuori Sicilia sono falliti del tutto, ha riproposto la stessa proposta, altrettanto pur essendo a conoscenza che fuori Italia i prezzi di trasporto dei rifiuti sono da brividi, circa 150 euro a tonnellata più il trasporto. E in Italia, regioni come Piemonte, Lazio e Toscana hanno già risposto no e no alle suppliche del governo Crocetta. Due conclusioni. La prima: se all’epoca dei governi Cuffaro, e anche Crocetta, si fossero progettati e costruiti i termovalorizzatori di ultima generazione, a impatto ambientale zero, adesso non saremo col cappio alla gola. La seconda: della manfrina oggi in scena si avvantaggiano solo le discariche private, favorite dallo stato di necessità e profittevoli del bisogno. E i cittadini, vessati e tartassati, impazziscono tra cestelli blu, marrone, giallo e verde. Girala come vuoi sempre Sicilia è.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Cartello centrodestra e candidatura Montaperto a Favara: “No a Italia Viva”

“Siamo sempre stati e rimaniamo alternativi al centro sinistra e, pertanto, la coalizione a supporto della candidatura a sindaco di Totó Montaperto si dissocia...

Proficuo incontro tra Monella e Scavone

La coordinatrice regionale del dipartimento politiche sociali e tutela dei minori Lega Salvini Premier, Rita Monella, ha incontrato l’assessore regionale alla Famiglia e alle...

Savarino: “A breve i pagamenti bonus covid ai dipendenti Seus”

La deputata regionale del movimento “Diventerà Bellissima”, Giusi Savarino, annuncia che, grazie al governo Musumeci, sarà a breve pagato il bonus covid per i...

Agrigento, altri tre licenziamenti Tua confermati dalla Corte d’Appello di Palermo

La Sais Trasporti annuncia che la Corte d’Appello di Palermo, Sezione Lavoro, ha ribaltato altre tre sentenze con le quali il Tribunale del Lavoro...

Recent Comments