Home Politica Regione, voragine nel Bilancio

Regione, voragine nel Bilancio

I contrasti tra Governo Regionale e Corte dei Conti hanno caratterizzato violentemente l’ultimo scorcio della legislatura Crocetta. Adesso i giudici contabili rilanciano le accuse e ripetono: “Per coprire il disavanzo sono state utilizzate somme non utilizzabili a tale fine”. L’attenzione della Corte dei Conti è riposta sulle cosiddette “sterilizzazioni” delle anticipazioni di liquidità, ossia sul come la Regione ha assicurato nel proprio bilancio le somme necessarie per garantire la restituzione allo Stato delle somme anticipate nel corso degli anni dallo Stato alla Regione. E si tratta del caso già sollevato dal Procuratore Generale d’Appello, Pino Zingale, quando ha sospeso il giudizio di parifica del rendiconto della Regione. Ancora più semplicemente, i soldi del fondo per le anticipazioni di liquidità da parte dello Stato sono somme che lo Stato ha anticipato alla Sicilia per fronteggiare dei debiti. E gli anticipi richiesti dal Governo regionale allo Stato ammontano a quasi 2 miliardi e 600 milioni di euro tra il 2014 e il 2015. E tal cotanto denaro sarebbe stato usato dal governo di Rosario Crocetta per ripianare parte del disavanzo della Regione. Ecco il nodo accusatorio: è una procedura che non sarebbe regolare. A fronte del disavanzo di amministrazione della Regione Sicilia, conteggiato in 6 miliardi e 99 milioni di euro, sono stati utilizzati, a copertura dello stesso disavanzo, i quasi 2 miliardi e 600 milioni del fondo anticipazioni di liquidità offerte dallo Stato. E poi i quasi 2 miliardi e 600 milioni di euro sono stati iscritti a Bilancio come risultato di amministrazione e non come parte accantonata. In ragione di ciò, l’attuale governo Musumeci sarebbe costretto a rimediare reperendo nel proprio bilancio quanto utilizzato indebitamente in precedenza. E poi, molto verosimilmente, sarà obbligato a richiedere altri prestiti, da restituire a rate, violando il cosiddetto “patto inter-generazionale”, perché la politica del recupero pluriennale del disavanzo, quindi il debito diluito nel corso degli anni successivi, scarica inevitabilmente sulle prossime generazioni masse notevoli di debito. Dunque, debiti per ripagare debiti, e tutto a carico dei siciliani per i prossimi decenni. E l’attuale assessore all’Economia, Gaetano Armao, commenta: “La situazione è davvero critica, persino più di quanto sta emergendo dalla già preoccupante relazione degli esperti che fanno parte della commissione che io ho istituito. È l’ennesima pentola sfondata che ci è stata lasciata dal governo Crocetta, dopo la mancata approvazione del bilancio consuntivo. Adesso dovremo cercare anche questi soldi, rettificando il rendiconto”.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Cartello centrodestra e candidatura Montaperto a Favara: “No a Italia Viva”

“Siamo sempre stati e rimaniamo alternativi al centro sinistra e, pertanto, la coalizione a supporto della candidatura a sindaco di Totó Montaperto si dissocia...

Proficuo incontro tra Monella e Scavone

La coordinatrice regionale del dipartimento politiche sociali e tutela dei minori Lega Salvini Premier, Rita Monella, ha incontrato l’assessore regionale alla Famiglia e alle...

Savarino: “A breve i pagamenti bonus covid ai dipendenti Seus”

La deputata regionale del movimento “Diventerà Bellissima”, Giusi Savarino, annuncia che, grazie al governo Musumeci, sarà a breve pagato il bonus covid per i...

Agrigento, altri tre licenziamenti Tua confermati dalla Corte d’Appello di Palermo

La Sais Trasporti annuncia che la Corte d’Appello di Palermo, Sezione Lavoro, ha ribaltato altre tre sentenze con le quali il Tribunale del Lavoro...

Recent Comments