Home Cronaca "Alta tensione", chiesto il giudizio per venti imputati

“Alta tensione”, chiesto il giudizio per venti imputati

La Procura della Repubblica di Agrigento ha chiesto il rinvio a giudizio di 20 imputati nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Alta Tensione”, dal nome del blitz, con relative misure cautelari, dell’8 marzo scorso. Sono ipotizzati i reati di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, furto, truffa e omissione di atti di ufficio, allorchè sarebbero state pagate tangenti per nascondere furti di corrente elettrica. E ciò tramite il concorso di verificatori dell’Enel o con la loro complicità, perché talvolta sarebbero stati gli stessi verificatori a suggerire agli aspiranti ladri di corrente come rubarla e con quali stratagemmi. Tra i venti per i quali è stato richiesto il giudizio vi sono soprattutto titolari di esercizi commerciali. E poi tra gli stessi venti vi sono i tre ai quali l’8 marzo è stata imposta una misura cautelare. Si tratta di due verificatori dell’Enel, Giovanni Trupiano, 60 anni, di Agrigento, e Domenico La Porta, 63 anni, di Naro, con divieto di dimora nella provincia di Agrigento. E Luigia Vinci, 57 anni, di Canicattì, con obbligo di firma, e che si sarebbe impegnata come procacciatrice di clienti e affari per i due verificatori.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Diego Lo Bue premia la chef agrigentina, Luisa Crapanzano, per conto dell’Associazione culturale cuochi svizzeri

E il pizzaiolo, Diego Lo Bue, ha voluto premiare Luisa Crapanzano del Maddalusa Beach di Agrigento in nome dell'Associazione culturale cuochi svizzeri. Nella targa...

Paziente positivo al covid si suicida in ospedale

Tragedia a Palermo: un paziente, positivo al covid e ricoverato in terapia sub-intensiva respiratoria, si è suicidato buttandosi dal terzo piano dell’ospedale "Villa Sofia...

Contagi, varianti e open days

Sicilia prima per nuovi contagi in Italia. I ricoveri sono all’11% e si rischia la zona gialla. Riscontrate due nuove varianti. Prorogati gli open...

“Il fuoco al posto delle pallottole”

La Commissione regionale antimafia, presieduta da Claudio Fava, avanza il sospetto che dietro agli incendi si nascondano gli interessi sul fotovoltaico. Legambiente: “E’ una...

Recent Comments