Home Cronaca Il Tar annulla informativa interdittiva a favore di una società agrigentina

Il Tar annulla informativa interdittiva a favore di una società agrigentina

La società L. srl. con sede a San Biagio Platani, in provincia di Agrigento, nel 2015 ha chiesto alla Prefettura di Agrigento l’iscrizione nella cosiddetta “White list”, e ha partecipato ad una gara bandita dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per l’affidamento del servizio di recupero e smaltimento delle imbarcazioni utilizzate dai migranti per raggiungere la Sicilia. La Prefettura di Agrigento ha negato l’iscrizione della società nella “White List” e ha rilasciato un’informativa interdittiva sulla base della presunta gravità del reato di carattere ambientale per il quale pende il processo penale a carico dell’amministratore unico della società. Pertanto l’Agenzia delle Dogane ha escluso la società dalla procedura, e la sezione regionale siciliana l’ha esclusa dall’Albo dei gestori ambientali. La società di San Biagio Platani ha proposto un ricorso davanti al Tar Sicilia, con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Massimiliano Valenza. In particolare gli avvocati Rubino e Valenza hanno censurato l’informativa antimafia sotto il profilo dell’eccesso di potere per difetto di istruttoria e di motivazione, atteso che appare arbitrario creare una sorta di automatismo tra la pendenza di un procedimento penale e la valutazione in ordine al pericolo di condizionamento mafioso. E, tra l’altro – hanno sottolineato i difensori – il reato oggetto del procedimento penale non è annoverato tra gli elementi sintomatici del condizionamento dell’impresa. Il Tar, condividendo le tesi degli avvocati Rubino e Valenza, ha prima sospeso il provvedimento impugnato, e poi, adesso, nel merito, ha accolto il gravame, annullando tutti i provvedimenti impugnati. Pertanto, la società di San Biagio Platani espleterà il servizio di recupero e smaltimento delle imbarcazioni di migranti, mentre il Ministero dell’Interno e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli pagheranno le spese giudiziali inerenti le fasi cautelari.

L’avvocato Girolamo Rubino

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Cartello centrodestra e candidatura Montaperto a Favara: “No a Italia Viva”

“Siamo sempre stati e rimaniamo alternativi al centro sinistra e, pertanto, la coalizione a supporto della candidatura a sindaco di Totó Montaperto si dissocia...

Proficuo incontro tra Monella e Scavone

La coordinatrice regionale del dipartimento politiche sociali e tutela dei minori Lega Salvini Premier, Rita Monella, ha incontrato l’assessore regionale alla Famiglia e alle...

Savarino: “A breve i pagamenti bonus covid ai dipendenti Seus”

La deputata regionale del movimento “Diventerà Bellissima”, Giusi Savarino, annuncia che, grazie al governo Musumeci, sarà a breve pagato il bonus covid per i...

Agrigento, altri tre licenziamenti Tua confermati dalla Corte d’Appello di Palermo

La Sais Trasporti annuncia che la Corte d’Appello di Palermo, Sezione Lavoro, ha ribaltato altre tre sentenze con le quali il Tribunale del Lavoro...

Recent Comments