Home Cronaca Legambiente Sicilia dopo sentenza "Borgo Scala dei Turchi"

Legambiente Sicilia dopo sentenza “Borgo Scala dei Turchi”

Il presidente di Legambiente Sicilia, Gianfranco Zanna, interviene a seguito della sentenza appena emessa dal Tribunale di Agrigento che ha condannato quattro imputati, e ne ha rinviati a giudizio altri otto, nell’ambito dell’inchiesta sulla presunta lottizzazione abusiva del cosiddetto “Borgo Scala dei Turchi” a Realmonte. Zanna afferma: “Se quest’anno la Scala dei Turchi è al primo posto nella classifica social di Instagram per la spiaggia più bella lo si deve alle battaglie condotte dalla nostra associazione contro aggressioni e speculazioni edilizie. Infatti, le nostre denunce, iniziate nel 1990, hanno portato, nel 2013 all’abbattimento degli ecomostri della Scala dei Turchi e di quelli delle villette di capo Rossello. Abbiamo continuato la battaglia a tutela del sito segnalando, sempre nel 2013, l’inizio dei lavori dei nuovi abusi, chiedendo le verifiche delle autorità competenti, in particolare quella della distanza dalla battigia, costituendoci parte civile quando è iniziato il processo e seguendolo con i nostri consulenti quando è stata disposta dal Giudice la perizia collegiale. A seguito di questa segnalazione, la società aveva inviato all’associazione una richiesta di risarcimento del danno di 5 milioni di euro e nel corso del processo, in occasione della richiesta di costituzione di parte civile di Legambiente, uno dei titolari ci aveva denunciato per falso e calunnia. Ma alla fine giustizia è stata fatta, grazie al lavoro svolto dall’avvocato di Legambiente Sicilia Daniela Ciancimino. Con la sentenza, il Tribunale di Agrigento ha disposto la confisca degli immobili sequestrati e il ripristino dello stato dei luoghi, condannando gli imputati al risarcimento del danno in favore di Legambiente e alle spese legali”.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Teleacras ancora vittima di sabotaggi

L'emittente televisiva agrigentina Teleacras è bersaglio di ormai collaudati atti di sabotaggio ripetuti da tempo. Accade spesso, infatti, che, esattamente in occasione dell'inizio del...

Ad Agrigento in scadenza termine per abbattimento Tari, Imu e canone patrimoniale

Ad Agrigento scade giovedì prossimo, 30 settembre, il termine entro cui presentare le domande per ottenere l'abbattimento totale o parziale di Tari, Imu e...

A Canicattì i “Liberi e Forti” per Ettore Di Ventura

Il Coordinamento della lista “Liberi e Forti, Insieme per Servire Canicattì”, in corsa alle elezioni Amministrative del 10 e 11 ottobre, interviene tramite Totò...

Umile (Udc) sulla riforma della Giustizia

Il Coordinatore provinciale del Dipartimento Giustizia di Agrigento dell’Udc, Giovanni Umile, interviene nel merito della riforma della Giustizia ritenendo prioritario risolvere il problema dei...

Recent Comments