Home Cronaca Il Ferragosto infognato a San Leone (video)

Il Ferragosto infognato a San Leone (video)

Ad Agrigento, a San Leone, nei pressi di piazzetta Pertini, la condotta fognaria è stata ostruita e poi è scoppiata sotto il peso della strada, e gli scarichi fognari si disperdono nel sottosuolo verso il mare. In proposito interviene l’associazione ambientalista MareAmico, che ha diffuso un video, e che, tramite il coordinatore, Claudio Lombardo, spiega: “Girgenti Acque già da quattro giorni è impegnata nel tentativo di risolvere il problema ma lo scavo, nonostante gli spurghi in azione, si riempie in continuazione di fogne e di acque di mare. La presenza nello scavo di acqua di mare preoccupa perché, essendo il sottosuolo inquinato dalle fogne, l’acqua trasferisce tutto in mare, per la legge dei vasi comunicanti. Chi è responsabile di tutto ciò? Certamente parte della colpa è della società Girgenti Acque che non ha provveduto alla manutenzione ordinaria e quindi non si è accorta dell’ostruzione in tempo. Altra colpa, più grave, è del proprietario delle reti fognarie, ovvero il Comune di Agrigento, che non ha vigilato su come siano manutenute le reti e adesso si trova alla vigilia di Ferragosto con questo grave problema”.

IL DISASTRO DI SAN LEONE

A San Leone in questi giorni sono scoppiate di nuovo le fogne! Praticamente nella zona nevralgica e la più frequentata di San Leone il peso della strada ha schiacciato la condotta fognaria ostruendola e rendendola inutilizzabile, e nel frattempo le fogne si sono fatte strada nel sottosuolo contaminandolo. Da 4 giorni Girgenti acque le sta tentando tutte per risolvere il problema ma lo scavo, nonostante gli spurghi in azione, si riempie in continuazione di fogne e di acque di mare. La presenza nello scavo di acqua di mare preoccupa perchè essendo il sottosuolo inquinato dalla presenza delle fogne trasferisce tutto in mare, per la legge dei vasi comunicanti.Chi è responsabile di tutto ciò? Certamente una colpa va data all'ente gestore delle fogne che non ha fatto la manutenzione ordinaria e quindi non si è accorta dell'ostruzione per tempo. Ma secondo noi la colpa principale è del proprietario delle reti: il comune di Agrigento, che non ha vigilato su come venissero manutenute le reti ed ora si trova alla vigilia di ferragosto con questo grave problema

Pubblicato da Mareamico Delegazione Di Agrigento su Giovedì 8 agosto 2019

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Crisi Aica, l’intervento della Cgil e la proposta di soluzione

La maggior parte dei Comuni aderenti all’Aica, l’Associazione idrica dei Comuni agrigentini, non ha ancora approvato i piani di rientro e, di conseguenza, non...

La pandemia covid nella provincia agrigentina, i dati in dettaglio

La pandemia coronavirus nella provincia agrigentina, e i dati in dettaglio diffusi dall’Azienda sanitaria provinciale. Sono 28 i nuovi contagiati. I ricoveri, in terapia...

Emittenti radiotelevisive in difficoltà. Rea scrive al Ministro (video)

Emittenti radiotelevisive in difficoltà: lettera della Rea (Radiotelevisioni europee associate) al ministro per la Comunicazione. I dettagli nel video

“Hanno pagato la tassa di stazionamento oppure no?”

Il vice presidente provinciale del Codacons di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, ha diffuso delle foto a testimonianza – a suo avviso – di quanto...

Recent Comments