Home Cronaca La crisi di governo si trasferisce a Lampedusa (video)

La crisi di governo si trasferisce a Lampedusa (video)

Scontro tra i ministri Salvini e Trenta sul divieto di ingresso in acque italiane della Open Arms. La nave della Ong spagnola è a Lampedusa dopo quanto disposto dal Tar.


Il Tribunale dei Minori di Palermo ha invitato a rendere spiegazioni i ministri Matteo Salvini, Elisabetta Trenta e Danilo Toninelli che hanno firmato il divieto d’ingresso nelle acque italiane per la nave della Ong spagnola Open Arms. A fronte di un ricorso della Ong, i giudici hanno risposto scrivendo: “Le convenzioni internazionali a cui l’Italia aderisce impongono il divieto di respingimento alla frontiera o di espulsione dei minori stranieri non accompagnati. E sono diritti elusi se i minori continuano a rimanere a bordo della nave in una condizione di disagio fisico e psichico. Tra l’altro, sono a bordo di una nave in prossimità del limite delle acque territoriali italiane e, dunque, in una situazione che equivale ad un respingimento o diniego di ingresso ad un valico di frontiera”. Ebbene, adesso il Tar del Lazio, verosimilmente anche in ragione di quanto sostenuto dal Tribunale dei Minori di Palermo, ha disposto la sospensione del divieto d’ingresso nelle acque territoriali italiane. E la Open Arms, carica dallo scorso 2 agosto di 147 naufraghi tra cui 32 minori, scortata da due navi della Marina Militare Italiana inviate dalla ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, ha valicato il valico di frontiera, è entrata in acque italiane e si è posizionata a ridosso di Lampedusa, in località Cala Francese, a poche centinaia di metri dalla costa. E i responsabili della Ong spagnola hanno commentato: “Siamo lieti di constatare come, ancora una volta, dopo il Tribunale per i Minori, anche il Tar abbia ritenuto di dovere intervenire per tutelare la vita e la dignità delle persone, e abbia riconosciuto le ragioni della nostra azione in mare, ribadendo la non violabilità delle convenzioni internazionali e del diritto del mare”. Nel frattempo il “braccio di ferro” non si è concluso, anzi tutt’altro: Matteo Salvini ha rinnovato il provvedimento di divieto di ingresso in acque italiane, e il ministero dell’Interno proporrà ricorso urgente al Consiglio di Stato, ovvero l’organo di giustizia amministrativa di secondo grado, contro quanto disposto, in primo grado, dal Tar del Lazio che ha sospeso il divieto di ingresso in acque italiane della Open Arms. E dal ministero di Salvini ribadiscono: “Open Arms si è trattenuta in acque libiche e maltesi, ha anticipato altre operazioni di soccorso e ha fatto sistematica raccolta di persone con l’obiettivo politico di portarle in Italia”. E ancora nel frattempo è scontro tra Matteo Salvini ed Elisabetta Trenta, perché la ministro Trenta, del Movimento 5 Stelle, non ha firmato il nuovo provvedimento di divieto di ingresso emesso da Salvini. La Trenta ha spiegato: “Ho preso questa decisione, motivata da solide ragioni legali, ascoltando la mia coscienza. Non dobbiamo mai dimenticare che dietro le polemiche di questi giorni ci sono bambini e ragazzi che hanno sofferto violenze e abusi di ogni tipo. La politica non può mai perdere l’umanità . Per questo non ho firmato”. E Salvini ha replicato: “Umanità non significa aiutare trafficanti e Ong. Per me umanità significa investire seriamente in Africa e non certo aprire i porti italiani”.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

Most Popular

Al via un concorso fotografico: “ValorizziAmo Aragona e i suoi Beni Comuni”

La rete delle associazioni di volontariato di Aragona: ADAS (Associazione Donatori Autonoma di Sangue), Associazione Facilmente e il G.V.V. (Gruppi di Volontariato Vincenziano) di...

“Visione sonore”, oggi quarto episodio: dalla Baia del Kaos risuona l’eco del sound di Tsos

Torna domani, martedì 15 giugno, il quarto appuntamento di “Visione sonore” , il progetto socio-culturale, promosso dalle associazioni LightBlue 92014 e Mariterra e patrocinato...

Tenta di investire cognato che l’accoltella, arrestati entrambi

Due cognati sono stati arrestati dai Carabinieri a Palagonia, in provincia di Catania, dopo una serata di follia e una lite furibonda: un 29enne...

Lampedusa allo stremo. Sbarchi senza fine. L’intervento video del responsabile locale della Lega, Attilio Lucia, oggi al Vg delle 14:05

Lampedusa allo stremo. Sbarchi senza fine. L'intervento video del responsabile locale della Lega, Attilio Lucia, oggi al Vg delle 14:05.

Recent Comments