Home Cronaca La crisi di governo e la Sicilia (video)

La crisi di governo e la Sicilia (video)

Quanto la crisi di governo incide in negativo in Sicilia? Le ripercussioni tra infrastrutture e lavoro. Gli interventi del Partito Democratico, Movimento 5 Stelle e Cgil.


La crisi di governo esplosa a Ferragosto compromette le già precarie prospettive di progresso economico e infrastrutturale in Sicilia. Da una parte Agrigento sorride perché il sindaco Lillo Firetto ha appena annunciato che l’Anas ha finanziato per 35mila euro il progetto preliminare per l’allestimento di una viabilità alternativa al viadotto Morandi dove, nel frattempo, ancora l’Anas ha avviato, seppur con poco slancio, i lavori di manutenzione straordinaria per il consolidamento e il recupero sicurezza. Dall’altra parte su Agrigento si addensano nubi a tempesta perché il naufragio della corazzata “Conte – Di Maio – Salvini” ritarda, come se non bastassero i ritardi pregressi, i pagamenti del decreto “salva imprese”, a danno dei cantieri stradali Agrigento – Palermo e Agrigento – Caltanissetta. Così è anche secondo i deputati regionali del Partito Democratico, Michele Catanzaro, Nello Di Pasquale, Giuseppe Arancio e Baldo Gucciardi, che denunciano: “Sarebbe gravissimo se, per alchimie e tattiche politiche di bassa lega, si sacrificasse l’aspettativa della Sicilia verso lo sblocco di opere infrastrutturali fondamentali per il rilancio dell’intera regione, mortificando i diritti di migliaia di lavoratori e di centinaia di imprese, che solo fino a pochi giorni addietro hanno gioito per l’approvazione del fondo ‘salva imprese’. Esistono opere, quali la Palermo-Agrigento, la Caltanissetta-Agrigento o la Ragusa-Catania, che non possono attendere i comodi della politica”. E sulla stessa lunghezza d’onda del Pd si sintonizza il Movimento 5 Stelle all’Assemblea Regionale che rilancia: “Le modifiche al fondo ‘salva imprese’ approvate lo scorso 6 agosto in occasione dell’ultima riunione del Consiglio dei Ministri, come ad esempio l’accesso al fondo anche alle imprese non in regola con il Durc per colpa dei mancati pagamenti, avrebbero permesso un rapido pagamento delle stesse imprese in crisi e all’opera nei cantieri Cmc. E adesso invece tutto ciò è a rischio a causa della crisi di Governo”. E non solo strade: il terremoto a Roma a palazzo Chigi provoca scosse anche nel lavoro in Sicilia. Il neo segretario regionale della Cgil, Alfio Mannino, ha sollecitato la convocazione straordinaria di un Consiglio dei Ministri per scongiurare catastrofiche ripercussioni occupazionali in Sicilia. E Mannino spiega i dettagli di tali conseguenze citando alcuni esempi: “La proroga della cassa integrazione straordinaria per i 670 lavoratori della Blutec di Termini Imerese, da luglio senza alcuna protezione. Poi le stabilizzazioni dei 1.200 precari dei Comuni siciliani in dissesto. O gli oltre 5mila lavoratori Almaviva oggetto di una trattativa adesso in stop. Le sorti dei lavoratori – sottolinea il segretario della Cgil siciliana – non possono essere ostaggio delle dinamiche e dei giochi della politica. Nel tritacarne di una politica che non pensa più agli interessi della collettività stanno finendo tante vertenze in Sicilia. I tempi della crisi non sono compatibili con quelli di un’altra crisi, più seria e drammatica, che è quella del Mezzogiorno e della Sicilia in particolare”.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Martello: “Ridurre il costo dei biglietti dell’aliscafo”

Bisogna ridurre il costo dei biglietti dell’aliscafo diretto a Lampedusa e Linosa per incentivare il turismo: in proposito il sindaco, Totò Martello, si è...

“Tante case tante idee” rilancia l’allarme crisi idrica ad Agrigento

L’associazione “Tante case tante idee” di Agrigento, presieduta da Domenico Vecchio, dopo un precedente intervento alcuni giorni addietro, adesso ha rilanciato l’allarme per la...

“Diffamazione”, assolto il deputato regionale Sergio Tancredi

La Corte d’Appello ha assolto il deputato regionale, Sergio Tancredi, imputato di diffamazione a danno dell’ex collega Antonio Venturino, già vice presidente dell’Assemblea Regionale...

Denise: ex pm Angioni indagata per false dichiarazioni

L'ex pubblico ministero di Marsala, Maria Angioni, tra le prime che indagò sulla scomparsa, l’1 settembre del 2004, a Mazara del Vallo, ...

Recent Comments