Home Cronaca La crisi di governo e le imprese in Sicilia (video)

La crisi di governo e le imprese in Sicilia (video)

La crisi di governo e le ripercussioni tra le piccole e medie imprese artigianali siciliane. L’intervento del presidente regionale della Cna, Nello Battiato: “Risolvere l’oppressione fiscale”.


La crisi di governo incide, e tanto, sulle prospettive economiche, e di conseguenza sociali, in Sicilia. Nell’Isola, però, non si tratta di un evento imprevisto e imprevedibile che, in quanto tale, provoca danni e sconquasso a cielo sereno. Sì, perché i cieli siciliani sono da tempo oscurati da nubi, piogge e tempeste. Dello stesso parere è Nello Battiato, presidente regionale della Cna di Sicilia, la confederazione nazionale delle piccole e medie imprese artigiane. Battiato conferma e spiega: “Il vero problema non è la crisi di governo, che ci può stare, ma la perdurante crisi sulle reali misure di politica economica a favore del tessuto produttivo”. E poi, in riferimento all’attuale precaria condizione di stallo, il presidente della Cna siciliana aggiunge: “Non vogliamo certamente entrare nel merito riguardo ai possibili scenari per l’uscita dalla crisi di governo. Riponiamo grande fiducia nell’autorevole ruolo del Capo dello Stato, ma riteniamo che, in questo particolare momento, debba prevalere il senso di responsabilità dei partiti. I leaders e i parlamentari hanno il dovere di guardare prioritariamente alle dinamiche di interesse collettivo, piuttosto che alle poltrone o agli egoismi di aggregazione”. Dunque il sindacato delle imprese del variegato e prezioso settore artigianale ritiene che a prescindere dalla soluzione alla crisi, voto o altro governo, bisogna affrontare e risolvere delle priorità. E Nello Battiato spiega quali: “Occorre innanzitutto orientare l’impegno e le energie per migliorare redditività e produttività, con occhio di riguardo per il sostegno agli investimenti, di cui la Sicilia ha urgente bisogno soprattutto in termini di infrastrutture e opere di manutenzione. Poi bisogna contenere i costi diretti e indiretti puntando sulla riduzione della pressione fiscale. Oggi siamo ad un livello inaccettabile. Non è possibile che un piccolo imprenditore sia costretto a lavorare fino al mese di settembre solo e soltanto per pagare e onorare gli impegni con il fisco. Continueremo a fare pressing anche per la semplificazione della burocrazia, la conferma delle agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni in edilizia, l’incentivazione per la digitalizzazione e l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese che sono il motore della crescita”. Ordunque la flat tax promessa, in particolare, dalla Lega di Salvini, sarebbe ossigeno, e tanto, per le imprese artigianali? Il presidente Battiato risponde: “Per la verità, anche con il governo Conte non c’erano garanzie sulla sua realizzabilità. Noi spingeremo affinché si vada avanti su questa strada, tenuto conto che comporterebbe un vantaggio per le piccole e medie imprese. D’altro canto è ovvio che, in questa fase di stagnazione, qualsiasi aumento dell’Iva penalizzerebbe i consumatori e l’intera economia, così come valutiamo una scelta errata l’eventuale applicazione del salario minimo: metterebbe soprattutto ai margini la contrattazione aziendale. Ma ovviamente stiamo parlando di una misura di cui non si conoscono i particolari”.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

“Diffamazione”, assolto il deputato regionale Sergio Tancredi

La Corte d’Appello ha assolto il deputato regionale, Sergio Tancredi, imputato di diffamazione a danno dell’ex collega Antonio Venturino, già vice presidente dell’Assemblea Regionale...

Denise: ex pm Angioni indagata per false dichiarazioni

L'ex pubblico ministero di Marsala, Maria Angioni, tra le prime che indagò sulla scomparsa, l’1 settembre del 2004, a Mazara del Vallo, ...

“Girgenti Acque”, otto fermi

Associazione a delinquere finalizzata alla commissione di numerosi illeciti: eseguiti otto provvedimenti di fermo di indiziato di delitto. Tra i destinatari anche l'imprenditore Marco...

Canicattì, anziana subisce scippo

I Carabinieri della Compagnia di Canicattì indagano a seguito dello scippo subito da una donna di 83 anni, nel centro storico, nel quartiere Borgalino,...

Recent Comments