Home Cronaca "Borsellino", Giordano sul depistaggio e le "bobine" di Scarantino (video)

“Borsellino”, Giordano sul depistaggio e le “bobine” di Scarantino (video)


Al processo in corso a Caltanissetta sul depistaggio delle indagini dopo la strage di via D’Amelio ascoltato il magistrato Franco Paolo Giordano. Nel frattempo sono state depositate le trascrizioni delle registrazioni di alcuni colloqui e interrogatori del falso pentito Vincenzo Scarantino con i magistrati.

Franco Paolo Giordano

A Caltanissetta, al palazzo di giustizia, al processo sul depistaggio delle indagini dopo la strage di Via D’Amelio, è stato ascoltato il magistrato Franco Paolo Giordano, prima sostituto e poi procuratore aggiunto a Caltanissetta dall’aprile del 1993. Giordano, tra l’altro, ha affermato: “Ricordo che in alcune lettere la collega nelle indagini, Ilda Boccassini, indicava le sue perplessità su Vincenzo Scarantino e rappresentava una diversità di vedute anche con gli altri colleghi che al tempo si occupavano dell’indagine. Al tempo il processo era già di fronte alla Corte d’Assise. Ricordo i dubbi e la necessità dei confronti con i collaboratori, che poi furono fatti. Ma quelle diversità sulle dichiarazioni furono superate con la frazionabilità, prendendo in esame solo le cose che effettivamente erano riscontrate. Anche perché c’era la questione che i collaboratori Cancemi, Di Matteo e La Barbera non erano all’epoca ancora ritenuti pienamente attendibili. Quando Vincenzo Scarantino fece le prime accuse sul fatto che era La Barbera ad imbeccarlo, non vi furono indagini fatte dall’ufficio. A quell’epoca La Barbera aveva la nostra fiducia e la stima di tutti. Scarantino era un soggetto fragile psicologicamente e aveva bisogno di un sostegno psicologico. Aveva bisogno durante gli interrogatori della presenza di magistrati che lo rassicuravano. Inoltre, dopo aver iniziato a collaborare, subì pressioni dai familiari affinché ritrattasse. Ricordo che la Procura di Caltanissetta aveva in programma di sentire Borsellino dopo il 20 luglio 1992. Una vera e propria beffa, se si considera che già il 25 giugno, nell’ultimo discorso pubblico che tenne a Casa professa, Borsellino aveva di fatto chiesto di essere sentito come testimone dall’autorità giudiziaria. Eppure quell’urgenza non venne avvertita. Rispetto al coinvolgimento di Bruno Contrada e del Sisde, non sono a conoscenza della richiesta di collaborazione formale che fu portata avanti da Giovanni Tinebra verso Contrada. Comunque io ricordo che quando ci fu l’arresto di Bruno Contrada fu un fulmine a ciel sereno, non sapevo che fosse sottoposto a indagini. Comunque posso dire che Tinebra era in buoni rapporti con i servizi. Su che basi? Periodicamente veniva da Tinebra il funzionario Rosario Piraino, poliziotto in forza ai Servizi segreti civili, per uno scambio di informazioni, credo. Parliamo negli anni successivi alle stragi. Tinebra era un accentratore, avocava tutto e voleva che gli fossero mandati tutti i verbali”. Il processo è stato rinviato a lunedì prossimo 9 dicembre quando proseguirà il controesame di Giordano e sarà ascoltato anche un altro magistrato, Roberto Saieva.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Girgenti Acque, contributi elettorali a Miccichè. La replica: “Tutto documentato”

Tra gli indagati nell’ambito dell’inchiesta “Waterloo” su Girgenti Acque, per contributi elettorali, vi è anche il presidente dell’Assemblea Regionale e coordinatore regionale di Forza...

Aragona, approvati i progetti utili alla collettività (Puc)

L’Amministrazione Comunale di Aragona, presieduta dal Sindaco Giuseppe Pendolino, comunica che con Delibera di Giunta Comunale del 22 giugno scorso sono stati approvati i...

Comitini da oggi è Covid free. Tutta la popolazione è stata vaccinata. Al Vg delle 14:05, l’intervista al sindaco, Nino Contino

Da oggi Comitini è un comune Covid free. Si sono concluse, stamani, con l'inalazione della seconda dose, le operazioni di rendere immuni al virus,...

Conclusa con successo la prima edizione di “Agrigento cooking show” (galleria foto)

Ad Agrigento, ieri sera, nell’atrio del Palazzo Filippini, in via Atenea, si è concluso “Agrigento Cooking show”, il video-contest a cui hanno concorso 12...

Recent Comments