Home Cronaca Fioravanti su Mattarella (video)

Fioravanti su Mattarella (video)

Giusva Fioravanti: “Il 6 gennaio del 1980 non ero a Palermo. Il terrorismo nero non c’entra nulla per la morte di Piersanti Mattarella”. E i pentiti di mafia confermano.

Giusva Fioravanti

Oggi Valerio “Giusva” Fioravanti ha 61 anni di età. Ex terrorista nero – tra i fondatori del gruppo eversivo neofascista dei Nar, i Nuclei armati rivoluzionari, pluri-ergastolano, condannato al carcere a vita anche per la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 della quale si è sempre dichiarato innocente – è stato detenuto dal 1981 al 2009. E’ libero, e a 40 anni dall’omicidio di Piersanti Mattarella ha ribadito la sua innocenza, sancita da sentenza definitiva di assoluzione in Cassazione del 17 febbraio 1998. A “IlSicilia” le sue parole sono state: “Il 6 gennaio del 1980 non ero a Palermo. Sono favorevole alla stessa collaborazione che diedi a Giovanni Falcone a suo tempo, quando dissi al magistrato che indagava che a me sarebbe potuto convenire fare qualche nome, indicare un mandante e ottenere sconti di pena, ma non l’ho fatto. E invece dissi a Falcone: ‘Io non c’entro niente. Continui ad indagare. Non si accontenti di questa facile verità servita su un vassoio d’argento’. Questa è la risposta che ho dato a Falcone e questa è la risposta che, con molto garbo e molto rispetto, darei a chiunque anche oggi”. E poi Giusva Fioravanti ha aggiunto: “Un colpevole esiste, credo si chiami Madonia… Una suora che lo ha incontrato mi ha raccontato che Madonia si vantava di avere ucciso Mattarella”. E infatti, secondo diversi collaboratori di giustizia ‘eccellenti’, l’omicidio Mattarella sarebbe stato esclusivamente di stampo mafioso e non vi sarebbe stato alcun interesse e coinvolgimento fascista. Ancora i pentiti hanno ipotizzato che l’esecutore materiale dell’omicidio di Piersanti Mattarella fosse stato il killer della mafia Nino Madonia, che sarebbe somigliante a Fioravanti. Infatti, il pentito Francesco Di Carlo ha raccontato: “Vedendo anche le fotografie di Fioravanti nei giornali, e uno conoscendo il Madonia, uno che sapeva, la differenza era poca, per questo si è potuta sbagliare la moglie di Piersanti Mattarella che ha indicato Fioravanti come il killer in via Libertà”. E poi Di Carlo ha aggiunto: “Escludo completamente che all’omicidio Mattarella abbiano partecipato terroristi neri. Non esiste. Qui da noi se la facevano a gara per chi andarci. Si offendevano se non li chiamavano per andare a fare un omicidio. Si figuri”.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

In Sicilia positivi tornano a crescere, è prima

Sono 133 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore su 13.310 tamponi processati, con una incidenza che risale allo...

Agrigento, la Provincia premia i volontari anti-covid

Ad Agrigento, domani, mercoledì 23 giugno, alla Provincia, nella Sala Giglia, alle ore 16, saranno consegnati gli attestati di riconoscimento alle associazioni di Protezione...

Agrigento, Miccichè accoglie le dimissioni di Costanza Scinta. Intervista al Vg

Al Comune di Agrigento, dopo averle congelate, il sindaco, Franco Miccichè, ha adesso accolto e protocollato le dimissioni dell’assessore ai lavori pubblici, Antonino Costanza...

‘Servire Agrigento’: “In città una scultura per Marco Pantani”

Il coordinatore provinciale del movimento “Servire Agrigento”, Raul Passarello, ha proposto al sindaco Miccichè di promuovere un concorso di idee per la realizzazione di...

Recent Comments