Home Cronaca "Messina Denaro", tre a giudizio (video)

“Messina Denaro”, tre a giudizio (video)

Rinvio a giudizio per l’ex sindaco di Castelvetrano, Antonio Vaccarino. I difensori: “Dimostreremo la sua innocenza”. Abbreviato e patteggiamento per due Carabinieri.

Zappalà, Vaccarino e Barcellona

Il tenente colonnello Marco Alfio Zappalà, in servizio alla Dia, la Direzione investigativa antimafia, di Caltanissetta, è stato arrestato dai Carabinieri del Ros lo scorso 16 aprile insieme ad Antonio Vaccarino, ex sindaco di Castelvetrano, città natale di Matteo Messina Denaro, e ad un altro Carabiniere, l’appuntato Giuseppe Barcellona, in servizio alla Compagnia di Castelvetrano. I tre sono imputati, a vario titolo, dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo dei reati di “accesso abusivo a un sistema informatico”, e di “rivelazione di segreti d’ufficio”. E a Vaccarino, già alla ribalta della cronaca perché tra il 2004 e il 2006 avrebbe intrattenuto con Messina Denaro una corrispondenza coperta dai Servizi segreti, è contestata l’aggravante di aver favorito Cosa Nostra e la latitanza di Matteo Messina Denaro. Dunque, il tenente colonnello Zappalà avrebbe ricevuto dall’appuntato Barcellona, a lavoro nell’ufficio trascrizione delle intercettazioni della Compagnia di Castelvetrano, alcuni ‘screenshot’ di conversazioni tra due soggetti indagati, che tra l’altro disquisivano sul possibile covo di Messina Denaro e commentavano alcuni aspetti del funerale di Lorenzo Cimarosa, cugino acquisito di Matteo Messina Denaro, e collaboratore di giustizia morto vittima di una grave malattia nel gennaio del 2017. Ebbene, il tenente colonnello Zappalà avrebbe inviato il contenuto degli ‘screenshot’ all’ex sindaco di Castelvetrano Antonio Vaccarino. E Vaccarino li avrebbe mostrati al presunto boss, Vincenzo Santangelo, titolare di un’agenzia funebre a Castelvetrano. Più in particolare, nelle conversazioni intercettate i due conversanti insultano Santangelo perché avrebbe offerto gratis il funerale a Cimarosa, e poi si cimentano in congetture su dove si nasconderebbe Matteo Messina Denaro. Ordunque, adesso la giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Palermo, Annalisa Tesoriere, ha rinviato a giudizio Antonio Vaccarino. Il processo inizierà in primavera innanzi al Tribunale di Marsala. E poi Marco Alfio Zappalà ha ottenuto di essere giudicato con rito abbreviato: prima udienza il 27 febbraio. E poi Giuseppe Barcellona ha chiesto il patteggiamento della condanna e la giudice Tesoriere si pronuncerà il 6 febbraio. Il 2 maggio scorso il Tribunale del Riesame ha restituito la libertà ad Antonio Vaccarino. Poi la Procura di Palermo ha presentato ricorso in Cassazione, e la Cassazione ha rinviato gli atti ad una nuova sezione del Tribunale del Riesame che ha appena imposto nuovamente la reclusione in carcere, ripristinando la misura cautelare, a carico dell’ex sindaco. A seguito del rinvio a giudizio di Vaccarino, i difensori, gli avvocati Baldassare Lauria e Giovanna Angelo, hanno dichiarato: “Siamo certi che in dibattimento la vicenda si chiuderà con l’assoluzione. Il professor Vaccarino ha sempre collaborato con lo Stato a costo di mettere a rischio la sua vita e la sua famiglia. Rileviamo che già il Tribunale del Riesame ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare per insussistenza indiziaria dei reati. In sede dibattimentale si esaminerà dettagliatamente la vicenda, e porteremo nuove evidenze che dimostrano l’assoluta infondatezza dell’ipotesi di reato di favoreggiamento”.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Agrigento, Miccichè accoglie le dimissioni di Costanza Scinta. Intervista al Vg

Al Comune di Agrigento, dopo averle congelate, il sindaco, Franco Miccichè, ha adesso accolto e protocollato le dimissioni dell’assessore ai lavori pubblici, Antonino Costanza...

‘Servire Agrigento’: “In città una scultura per Marco Pantani”

Il coordinatore provinciale del movimento “Servire Agrigento”, Raul Passarello, ha proposto al sindaco Miccichè di promuovere un concorso di idee per la realizzazione di...

Riaprono le sale da gioco e da scommesse. Intervista al VG ad un gestore

Con l’avvento della zona bianca, riecco le sale gioco e da scommessa dopo la chiusura che si è protratta dallo scorso 26 ottobre. Oggi...

Property Sicily prosegue il suo percorso di crescita. Intervista al Vg all’amministratore, Pasquale Bruno Gallo

Mercato immobiliare: Property Sicily di Pasquale Bruno Gallo prosegue il suo percorso di crescita. La società agrigentina ha arricchito i suoi già ampi servizi....

Recent Comments