Home Cronaca Cancelleri, i tavolini e la noia (video)

Cancelleri, i tavolini e la noia (video)

L’operazione “verità” lanciata dal vice ministro Cancelleri in Prefettura ad Agrigento sui cantieri viari agrigentini: tutto tranne che un ispettore del ministero.


Il vice ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Giancarlo Cancelleri, è stato ad Agrigento in Prefettura il 18 gennaio, pochi giorni prima della marcia del 25 gennaio contro l’isolamento viario della provincia, e altrettanti pochi giorni dopo, sabato scorso 8 febbraio. Cancelleri ha promesso che tra un mese, a marzo, sarà ancora ad Agrigento in Prefettura. Se però il vice ministro dovesse proseguire nella strada intrapresa sarà opportuno e più utile che lui, Cancelleri, rinunci al suo intervento tra un mese in Prefettura ad Agrigento, perché sarà costretto a ripetere ciò che ha già ribadito sabato 8 febbraio dopo averlo affermato sabato 18 gennaio, ossia “manteniamo costante l’attenzione, riscontriamo, sollecitiamo l’Anas”. E poi, sabato scorso, al microfono di Teleacras: “Confrontiamoci ogni giorno, istituiamo dei tavolini in Prefettura. Grazie a coloro che collaborano, ad esempio grazie al sindaco di Caltanissetta che controlla lo stato del cantiere della 640 e mi informa, procediamo così, è un’operazione verità”. No vice ministro Cancelleri, non è verità, ma tutt’altro che la verità. Non si tratta di una buca in strada da asfaltare, e pertanto si controlla che sia asfaltata. In tal caso è sufficiente un Vigile urbano, competente in tale ambito. Per riscontrare lo stato di avanzamento dei lavori su viadotto Petrusa, viadotto Morandi e Galleria Spinasanta ad Agrigento, o sul tratto nisseno della statale 640, o dei cantieri disseminati ovunque sull’Agrigento – Palermo, i suoi “tavolini” in Prefettura non servono a nulla. E lei lo comprende benissimo. I “tavolini” sono adatti ai quattro amici al bar di Gino Paoli, e non a monitorare opere pubbliche del genere. Così come è un’offesa alla media intelligenza umana ipotizzare di affidarsi agli amministratori locali che, vestiti da ispettori, controllino opere pubbliche del genere. A meno che non si voglia scherzare, e lei, vice ministro Cancelleri, si ritiene, e non dubitiamo, che non abbia voglia di scherzare. E dunque: per ogni opera pubblica, appena aggiudicato l’appalto, vi è un crono-programma dei lavori, contenente tempi e modi di esecuzione delle opere con relative sanzioni. Se per Petrusa, Morandi, Galleria Spinasanta, 640 e 189 un’intera provincia indignata partecipa alla marcia del 25 gennaio contro ritardi e omissioni, allora lei, vice ministro Cancelleri, eserciti le sue prerogative ministeriali, ovvero nomini un commissario: sì, un commissario, un ispettore ministeriale per ciascuna opera, che, armato di competenze tecniche, verifichi lui – il commissario, l’ispettore, e non il “tavolino” o l’amministratore locale – se il crono-programma dell’opera è rispettato. E se non è rispettato sarà l’ispettore ministeriale a relazionare a lei, Cancelleri, e al direttore regionale dell’Anas, Valerio Mele. E voi, Cancelleri e Mele, vi ripresentate tra un mese in Prefettura ad Agrigento con le relazioni commissariali di ciascuna opera e con le eventuali sanzioni inflitte per ritardi e omissioni. Ecco la vera operazione verità, onorevole Cancelleri. Il resto è solo noia, e non ho detto gioia ma solo noia, noia, maledetta noia.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Covid: in Sicilia 85 i nuovi positivi, due i decessi

Sono 85 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore su 16.096 tamponi processati, con una incidenza che scende allo...

“Servizio non soddisfacente”, una famiglia non paga il contro in un agriturismo

A Caltanissetta, in un agriturismo, è accaduto che una famiglia, che aveva appena festeggiato la prima comunione della figlia, ha ritenuto non soddisfacente il...

Il Giudice del Lavoro di Sciacca riconosce un risarcimento ad un forestale di Burgio

Nel lontano 1996, il Legislatore Regionale, al fine di soddisfare le esigenze di conservazione e difesa del patrimonio boschivo, aveva provveduto a creare dei...

La pandemia coronavirus nell’Agrigentino, i dati in dettaglio

La pandemia coronavirus nella provincia agrigentina, e i dati in dettaglio secondo il bollettino quotidiano dell’Azienda sanitaria provinciale. Sono 10 i nuovi casi positivi...

Recent Comments