Home Cronaca Un agrigentino, già record mondiale, oggi a Madrid per superare se stesso

Un agrigentino, già record mondiale, oggi a Madrid per superare se stesso

Marco Modica Amore
L’agrigentino Marco Modica Amore alla conquista del suo secondo record mondiale, riconoscendo nel minor tempo possibile tutte le bandiere del mondo. La prova, evidentemente alquanto ardua, si svolge oggi a Madrid, in Spagna, nella sede del “Talent Garden”. Marco Modica Amore dovrà individuare, in lingua inglese, le 197 bandiere di tutti gli Stati ufficialmente riconosciuti. A Marco Modica Amore non è permesso sbagliare: non sarà accettato nessun tipo di errore, neanche di tipo ortografico. La prima prova, che lo ha proiettato nei registri del ‘Guinness World Records’, si è svolta ad Agrigento nel 2012 nel Palazzo Filippini. In soli 60 secondi l’agrigentino è riuscito ad ottenere il primato mondiale riconoscendo 57 bandiere. Lo stesso Marco Modica Amore commenta: “E’ una prova difficile ma posso farcela. La mia smisurata passione per la geografia mi ha spinto la prima volta ad ideare questa tipologia di record e ho ottenuto la soddisfazione di essere il primo al mondo a detenere questo primato. Adesso voglio superarmi”.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

“Girgenti Acque”, presunti guadagni indebiti falsando i dati

Dall’inchiesta cosiddetta “Waterloo” a carico di Girgenti Acque non emerge soltanto, come già pubblicato, che la depurazione delle acque reflue non sarebbe stata effettuata...

Allarme metadone a Ribera

A Ribera è allarme metadone. Durante la settimana, prima sulla spiaggia a Seccagrande e poi alla foce del fiume Magazzolo alcuni bagnanti hanno rinvenuto...

“Covid Sicilia”, contagi e vaccini

Incidenza dei positivi in Sicilia dello 0,7 per cento. L’intervento dell’assessore Razza sulla campagna vaccinale e dell’assessore Samonà sull’iniziativa “VaccinArte”. Sono 119 i nuovi positivi...

“Trattativa”, a difesa di Cinà

Presunta “trattativa” Stato – mafia all’epoca delle stragi. Proseguono le arringhe difensive. Gli avvocati Di Benedetto e Folli: “Processo mediatico. Antonino Cinà è da...

Recent Comments