Home Cronaca Mafia, omicidio Lia Pipitone, confermate condanne in Appello

Mafia, omicidio Lia Pipitone, confermate condanne in Appello

Lia Pipitone
La seconda sezione della Corte d’Assise d’Appello di Palermo, presieduta da Fabio Marino, ha confermato la condanna a 30 anni di carcere ciascuno dei boss Vincenzo Galatolo e Nino Madonia, imputati dell’omicidio di Rosalia “Lia” Pipitone, morta crivellata di colpi d’arma da fuoco il 23 settembre del 1983 a Palermo, all’età di 25 anni. Come ha rivelato il pentito Francesco Di Carlo, Lia Pipitone sarebbe stata assassinata perché non avrebbe voluto troncare una relazione extraconiugale. Di Carlo ha raccontato: “Era nata per la libertà ed è morta per la sua libertà. E’ stata uccisa perché ‘colpevole’ di avere disonorato il padre-boss Nino Pipitone, allacciando una relazione extraconiugale mentre aveva un bambino ancora piccolo”.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

“Incendi”, le opposizioni incalzano il governo

Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e Cento Passi replicano all’assessore Cordaro e intervengono nel merito della gestione dell’emergenza incendi. I dettagli. L’arringa difensiva dell’azione di...

Covid, sono 414 i nuovi casi di positività in Sicilia

Sono 414 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia, a fronte di 17.969 tamponi processati. L'incidenza cala al 2,3%...

Aica, Fiorella Scalia direttore generale

Fiorella Scalia, ingegnere civile e componente del consiglio d'amministrazione dell'Aica, l’Associazione idrica dei Comuni agrigentini, ha assunto temporaneamente l’incarico di direttore generale, in attesa...

La pandemia covid nell’Agrigentino e i dati in dettaglio

La pandemia coronavirus nella provincia agrigentina e i dati in dettaglio diffusi dall’Azienda sanitaria provinciale. Sono 54 i nuovi positivi. Un morto, a Ribera....

Recent Comments