Home Attualità Corruzione nella sanità regionale, riesplode il "caso Candela"

Corruzione nella sanità regionale, riesplode il “caso Candela”

Antonio Candela, ex coordinatore dell’emergenza anti-Covid arrestato per corruzione nella Sanità siciliana potrebbe ricevere dalla Regione più di 51mila euro. Per l’esattezza 51.146,88 euro.
Il 30 giugno infatti è stata firmata una delibera con cui si corrisponde a Candela il compenso per l’incarico di tre mesi «a decorrere dal 13 marzo 2020», dunque anche per il periodo in cui Candela è finito in manette. Il manager è stato arrestato, infatti, lo scorso 21 maggio. Nel Videogiornale di Teleacras i dettagli di questa vicenda.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

L’atto criminoso contro Franco Colletti: la solidarietà dalle Cgil agrigentina

Come già pubblicato, a Sciacca, in contrada Nadore, una mano ignota ha tagliato 40 piante di ulivo a danno del proprietario, il componente della...

I Carabinieri del Nas sequestrano 13 tonnellate di capperi

A Lipari, una delle sette isole Eolie, in provincia di Messina, i Carabinieri del Nucleo anti-sofisticazioni hanno sequestrato ben 13 tonnellate di capperi, nell’ambito...

Carramba che sorpresa!

I Carabinieri accerchiano un terreno a ridosso del Platani a Cammarata. E arrestano un coltivatore di marijuana in flagranza di reato. Conferenza e dettagli. I...

“Girgenti Acque”, ecco perchè sono stati scarcerati gli indagati

Il Tribunale del Riesame di Palermo ha depositato le motivazioni per le quali ha restituito la libertà, non riconoscendo come sussistenti le esigenze cautelari,...

Recent Comments