Home Attualità La Regione stanzia 120 milioni per l'edilizia sanitaria

La Regione stanzia 120 milioni per l’edilizia sanitaria

Ancora investimenti infrastrutturali per la sanità siciliana. E’ l’ulteriore misura approvata dal governo Musumeci, che ha reimpiegato oltre 120 milioni di euro, derivanti dalla certificazione del programma europeo 2007-2013, in un Piano che prevede complessivamente 34 interventi su tutto il territorio regionale.
“Questo ulteriore programma – spiega il presidente Nello Musumeci – ci consente di proseguire l’azione di rinnovamento della edilizia e delle tecnologie sanitarie dell’Isola con il preciso obiettivo di far recuperare alla Sicilia il troppo tempo perduto”. Tra le azioni più significative previste dalla nuova riprogrammazione emergono, ad esempio, il prima di rifunzionalizzazione del Cefpas, presentato dal governatore la scorsa settimana a Caltanissetta (28 milioni di euro), la manutenzione straordinaria e l’adeguamento dell’ex Cres di Monreale (5 milioni di euro), che diventerà la sede di Palermo del Cefpas, il completamento del nuovo Ospedale di Ragusa (35 milioni di euro) ed un finanziamento che consentirà di ultimare e rendere fruibile l’ex Cis di Pergusa.
Nell’area del Palermitano, in particolare, sono stati inseriti una serie di investimenti importanti come la realizzazione di un nuovo padiglione all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale “Mirri” (10 milioni di euro) con i laboratori di biologia molecolare e il centro informatico, la ristrutturazione del Padiglione 10 dell’Ospedale Civico di Palermo (10 milioni di euro) destinato alle nuove attività comuni dell’Ismett e dell’Arnas e il completamento del finanziamento per la riqualificazione del Cto, sempre nel capoluogo regionale (10 milioni di euro che si sommano agli ulteriori 10 già finanziati), finalizzato alla costituzione dell’Istituto regionale per le malattie infettive.
Il nuovo Piano varato dalla Giunta regionale si inserisce nel più ampio quadro di oltre 1,5 miliardi di euro di investimenti disponibili e in grande parte già programmati sulle diverse linee di finanziamento a disposizione del sistema sanitario regionale che prevede, ad esempio, il nuovo Polo ospedaliero di Palermo, l’Ismett2 a Carini ed il nuovo Ospedale di Siracusa.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

Open Days e rischio zona gialla

Incidenza dei positivi in Sicilia al 2,8%. Prorogati fino a martedì prossimo gli Open Days per i vaccini sopra i 12 anni. Preoccupa l’aumento...

Agrigento, denunciato uomo alla guida in stato di ebbrezza

Ad Agrigento, ad un posto di blocco dei carabinieri al viale Emporium, tra il Villaggio Peruzzo e San Leone, è stato sottoposto all’alcol test...

“Gazze ladre” a Sciacca

A Sciacca, in piazza Saverio Friscia, è accaduto che un pensionato di 87 anni, intento come d’abitudine a giocare a carte nei pressi di...

ConfIndustria si appella alla Regione

Da nove mesi le imprese siciliane attendono dalla Regione i pagamenti per lavori e forniture. L’appello del presidente di ConfIndustria, Alessandro Albanese. Il presidente dell’Ance,...

Recent Comments