Home Attualità Il neocommissario dell'Asp Zappia a confronto con il cardinale Montenegro

Il neocommissario dell’Asp Zappia a confronto con il cardinale Montenegro

Conoscere il territorio e comprenderne i bisogni avviando, al contempo, un dialogo costruttivo con le autorità civili, militari e religiose della provincia per realizzare una gestione partecipata e
condivisa della sanità agrigentina. Questo, in sintesi, il senso di un fitto ciclo di incontri intrapreso
dal neo-commissario straordinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento, Mario Zappia,
già all’indomani del suo insediamento. Dopo aver completato una ricognizione con visite ripetute
presso i cinque presidi ospedalieri ASP ed aver avviato un calendario di appuntamenti anche
presso le sedi distrettuali, il commissario Zappia ha inaugurato questa mattina il dialogo con
massime autorità locali partendo da un incontro, svoltosi presso la sede vescovile, con
l’arcivescovo di Agrigento, cardinale Francesco Montenegro. In un clima di dialogo cordiale e
stimolante, il commissario ASP ha avuto occasione di ricevere da monsignor Montenegro diversi
spunti per concretizzare uno dei cardini fondamentali della sua governance ossia la realizzazione di
un’assistenza socio-sanitaria che sia autenticamente al servizio del cittadino e calibrata sui bisogni
della persona. L’agenda degli incontri prevede un’intensa serie di incontri nei prossimi giorni con la
visita al prefetto, ai procuratori della Repubblica di Agrigento e Sciacca, al questore, ai presidenti
dei tribunali, alle autorità militari e al sindaco del capoluogo. Avviate le relazioni anche con gli
ordini professionali (si è già svolto un colloquio il presidente dell’ordine dei farmacisti mentre è in
programma quello con il presidente dell’ordine dei medici) ed il calendario degli incontri con le
sigle sindacali. Interessante la decisione del commissario Zappia di “delocalizzare” ciclicamente la
Direzione generale ASP prevedendo appuntamenti settimanali presso le sedi dei Distretti
ospedalieri AG1 (Agrigento, Licata e Canicattì) e AG2 (Sciacca-Ribera) e ciò al fine di essere
maggiormente presente “sul campo” e vicino alle istanze del personale sanitario.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

Agrigento, Associazioni contestano il Piano spesa della tassa di soggiorno

Ad Agrigento i rappresentanti delle associazioni Abba, Assoturismo, Assotel, Confesercenti, e Conflavoro, intervengono ancora nel merito della destinazione di spesa dei 265mila euro a...

Arrestati due incendiari

I Carabinieri di Troina, in provincia di Enna, hanno arrestato, in flagranza di reato, per incendio boschivo, due allevatori, un uomo di 80 anni...

Rapporti hard con un minore, arrestati prete e madre della vittima

Un prete in provincia di Perugia e una donna di Termini Imerese, in provincia di Palermo, sono stati arrestati dai Carabinieri in esecuzione di...

San Leone, attivato il parcheggio “Corsini”

Ad Agrigento, come ormai consuetudine dei primi giorni di agosto, è stato attivato il parcheggio nell’area cosiddetta “Corsini”, all’ingresso di San Leone provenendo dal...

Recent Comments