Home Cronaca Inchiesta "Sorella sanità": Riesame ordina arresti domiciliari per Li Calzi

Inchiesta “Sorella sanità”: Riesame ordina arresti domiciliari per Li Calzi

I giudici del Tribunale del Riesame, accogliendo in parte il ricorso avanzato dalla Procura di Palermo, hanno ordinato gli arresti domiciliari nei confronti di Vincenzo Li Calzi, 46 anni di Canicattì, nell’ambito della maxi inchiesta “Sorella Sanità” che sta facendo luce su intrecci tra il mondo politico e quello sanitario in Sicilia.
Li Calzi, difeso dall’avvocato Angela Porcello, presenterà ricorso in Cassazione evitando così l’immediata esecuzione della pena così come avvenuto per l’onorevole Carmelo Pullara qualche settimana addietro. Li Calzi è considerato il braccio destro di Salvatore Manganaro, 44enne sempre di Canicattì, aspirante collaboratore di giustizia nonché ex strettissimo collaboratore del manager dell’Asp di Trapani, Fabio Damiani.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com
- Advertisment -

Most Popular

Coronavirus, 98 nuovi positivi in Sicilia

Sono 98 i nuovi positivi al Coronavirus in Sicilia, nelle ultime 24 ore. Di questi solo uno e’ un migrante. Sono stati 4.344 i...

Blitz dei carabinieri: intervengono per urla da una casa, arrestano un giovane per droga

I carabinieri hanno arrestato un ventiduenne di Sciacca - F.P. le iniziali - con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di droga. L’attenzione...

Vigile del Fuoco del distaccamento di Santa Marherita Belice in isolamento da giorni per il Covid, il comando provinciale rassicura

Un vigile del fuoco in servizio al distaccamento di Santa Margherita Belice è risultato positivo al Coronavirus. L'uomo non andava al lavoro già da...

Scosse di terremoto nel Belice, la Regione dispone verifiche

Le leggere scosse sismiche che da qualche giorno si registrano nella Valle del Belice hanno indotto il governo Musumeci ad accendere i riflettori su...

Recent Comments