Home Cronaca Centro storico di Agrigento setacciato dai carabinieri, arresti e denunce

Centro storico di Agrigento setacciato dai carabinieri, arresti e denunce

Centro storico di Agrigento a setaccio. Dopo la raffica di risse, danneggiamenti e furti, i carabinieri – durante la notte fra venerdì e ieri – sono tornati a presidiare vicoli e viuzze di via Atenea e dintorni. Un servizio mirato, appunto, per evitare il ripetersi di violenze ed episodi di microcriminalità. Il rastrellamento dei militari della compagnia di Agrigento ha prodotto l’arresto di gambiano ventenne che è stato trovato in possesso di hashish pronto allo spaccio, la denuncia di un connazionale che nella città dei Templi – per effetto del divieto di dimora al quale era stato sottoposto – non avrebbe potuto rimettere piede e tre segnalazioni alla Prefettura per altrettanti consumatori abituali di sostanze stupefacenti. I carabinieri della compagnia di Agrigento si sono, di fatto, dati il “cambio” con i poliziotti della sezione Volanti della Questura che, poco prima, avevano arrestato il gambiano ritenuto responsabile dei disordini, danneggiamenti e furti ai danni di un ristorante e di un pub della via Pirandello. Monitorate, naturalmente, tutte le zone calde attigue ai principali luoghi di ritrovo e di movida. Ed è proprio effettuando questi controlli – meticolosi e capillari – che i carabinieri hanno bloccato un ventenne del Gambia che risultava essere, per il suo atteggiamento, sospetto. E’ scattata la perquisizione e il giovane immigrato è stato trovato in possesso di cinque grammi di hashish, già suddivisi in dosi. “Roba” che è stata ritenuta pronta per l’illegale attività di spaccio. Il giovane, per l’ipotesi di reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, è stato subito arrestato. Pizzicato, poco distante, un altro gambiano che era stato già “colpito” da un divieto di dimora ad Agrigento e che, dunque, nel centro storico non avrebbe potuto starci. E’ stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica per questa violazione ed è stato segnalato alla Prefettura quale consumatore abituale di droghe. Anche lui era, infatti, in possesso di una modica quantità – ritenuta , appunto, per consumo personale – di hashish. Sempre fra i vicoli attigui alla via Atenea, i carabinieri hanno identificato e segnalato alla Prefettura un diciannovenne e un ventenne, rispettivamente di Santo Stefano Quisquina e di Porto Empedocle, che sono stati sorpresi mentre si stavano facendo una “canna”.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

Naufragio al largo di Lampedusa, dispersi 3 immigrati

Naufragio al largo di Lampedusa. Su 16 migranti a bordo di un natante tre sono i dispersi, mentre 13 persone sono state soccorse a...

Coronavirus, conseguenze anche sull’apertura e chiusura dei cimiteri l’1 e 2 Novembre

Nel bel mezzo della seconda ondata del Covid, alcuni sindaci dell'agrigentino chiudono i cimiteri in vista dei riti dell'uno e 2 novembre: ecco dove....

Il sindaco di Canicattì chiede attenzione alle persone positive al Covid di “disfarsi dei rifiuti rispettando le regole”

Il sindaco di Canicattì Ettore Di Ventura chiede a coloro i quali sono risultati positivi al test sierologico per il coronavirus e che sono...

Chiusura per covid del liceo Politi, per la neo consigliere comunale Cirino “grande tempismo del sindaco Micciche’ “

La neo eletta consigliere comunale Valentina Cirino eletta con la lista Facciamo Squadra Miccichè Sindaco esprime "un plauso al neo Sindaco di Agrigento...

Recent Comments