Home Giudiziaria Sfruttamento della prostituzione nel 2005, dopo 15 anni reati non prescritti

Sfruttamento della prostituzione nel 2005, dopo 15 anni reati non prescritti

Per i giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Wilma Angela Mazzara, il troncone ordinario del processo, scaturito dall’inchiesta sul presunto giro di prostituzione, nel locale “Dolce vita” può andare avanti, poiché non tutti i reati sarebbero prescritti. I fatti risalgono al 2005.
Sul banco degli imputati quattro persone: i favaresi Vito Destro, e Antonio Caramazza, l’empedoclino Andrea Amato, e l’agrigentino Mario Ciulla. Sono difesi dagli avvocati Daniele Re, Diego Galluzzo e Agnesa Neculai. Le accuse nei confronti degli imputati sono di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ed esercizio della prostituzione. Si torna in aula il 25 novembre per sentire i primi testi del pubblico ministero Emiliana Busto.
Sono trascorsi quasi quindici anni dal blitz dei Carabinieri, nell’ambito dell’inchiesta denominata “La dolce vita”, dal nome del locale di contrada “San Benedetto”, nella zona industriale di Agrigento, dove sarebbero avvenuti incontri a pagamento tra clienti e ragazze di nazionalità rumena. In particolare, scrive la Procura di Agrigento, “gli indagati procacciavano e reclutavano le ragazze, medianti contatti personali o telefonici, per mezzo dei quali venivano indotte dalla allettante proposta di facili guadagni”.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

Proficuo incontro tra Monella e Scavone

La coordinatrice regionale del dipartimento politiche sociali e tutela dei minori Lega Salvini Premier, Rita Monella, ha incontrato l’assessore regionale alla Famiglia e alle...

Savarino: “A breve i pagamenti bonus covid ai dipendenti Seus”

La deputata regionale del movimento “Diventerà Bellissima”, Giusi Savarino, annuncia che, grazie al governo Musumeci, sarà a breve pagato il bonus covid per i...

Agrigento, altri tre licenziamenti Tua confermati dalla Corte d’Appello di Palermo

La Sais Trasporti annuncia che la Corte d’Appello di Palermo, Sezione Lavoro, ha ribaltato altre tre sentenze con le quali il Tribunale del Lavoro...

250mila euro spesi nella Valle dei Templi, e il visitatore paga. Intervista al Vg

Come già pubblicato, ad Agrigento, nella Valle dei Templi, sono state allestite delle installazioni artistiche pagate 250mila euro. Si tratta di un costo che...

Recent Comments