Home Cronaca Operai morti alla diga di Naro, Regione citata in giudizio

Operai morti alla diga di Naro, Regione citata in giudizio

Prende quota il procedimento giudiziario su una delle più gravi tragedie sul lavoro degli ultimi anni in provincia di Agrigento.La Regione Sicilia è stata citata in giudizio e risarcirà, in caso di condanna, i familiari dei due sfortunati operai, morti in un incidente alla diga di Naro dopo essere precipitati da un cestello elevatore, da un’altezza di oltre trenta metri. Il via libera è arrivato ieri mattina all’udienza preliminare con l’ordinanza del gup Stefano Zammuto che ha accolto la richiesta degli stessi parenti delle vittime che si sono costituiti parte civile all’udienza precedente e chiedevano di fare entrare nel processo anche l’ente pubblico.
Per l’incidente, avvenuto il 9 ottobre del 2017, la Procura ha mandato a processo sei persone ritenendo che la caduta dei due operai sarebbe stata provocata da una serie di negligenze organizzative e carenze strutturali. I due operai – Gaetano Camilleri, 56 anni, e Francesco Gallo, 61 anni – erano, dipendenti del dipartimento regionale Acque e rifiuti. Quel giorno di due anni e mezzo fa avrebbero dovuto calarsi per lavorare in un locale a oltre trenta metri in profondità.
A rischiare un rinvio a giudizio, per le accuse di omicidio colposo plurimo e violazione della normativa in materia di sicurezza sul lavoro, sono: Francesco Mangione, 56 anni, di Raffadali, operaio istruttore che avrebbe azionato con una pulsantiera il cestello che, anziché calare i due operai gradualmente fino ai locali dove avrebbero dovuto lavorare, precipitò per la rottura di un anello ossidato; Giuseppe Cacciatore, 64 anni, di Agrigento, ingegnere responsabile per la sicurezza sul lavoro nella diga; Pietro Francesco Antonio Di Benedetto, 69 anni, di Palermo, responsabile del servizio di prevenzione; Francesco Greco, 62 anni, di Santa Flavia (Palermo), delegato alla sicurezza sul lavoro; Luigi Plano, 54 anni, di Raffadali, preposto alla Diga Furone e Biagio Sgrò, 64 anni, di Enna, responsabile del servizio di gestione infrastrutture del dipartimento regionale dell’Acqua e dei rifiuti.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

Comune Agrigento, Spataro rilancia il confronto “verità” in Aula

Il consigliere comunale del movimento "Onda" di Agrigento, Pasquale Spataro, interviene ancora nel merito del recente scontro nella maggioranza di centrodestra tra Forza Italia...

A Cammarata domenica il “Casalicchio Music Brunch”

Per sfuggire al caldo e festeggiare l’inizio dell’estate, l’Agriturismo Casalicchio, in contrada Casalicchio, a Cammarata, ha organizzato un fine settimana di musica a bordo...

“Montante”, botta e risposta tra Fava e Musumeci

Dalle dichiarazioni appena rese al processo d’Appello sul cosiddetto “Sistema Montante” da Antonello Montante sono emerse frequentazioni tra lui e il presidente Musumeci assidue...

Al Kaos lunedì prossimo 28 giugno “Caddi come una lucciola”

Lunedì prossimo, 28 giugno, in occasione dei 154 anni dalla nascita di Luigi Pirandello, ad Agrigento, al Kaos, nei pressi della casa natale dello...

Recent Comments