Home Politica "Non escludo gli inceneritori" (video)

“Non escludo gli inceneritori” (video)

Nuova emergenza rifiuti in Sicilia per i casi Bellolampo e Alcamo. Nel frattempo l’assessore regionale Alberto Pierobon non esclude gli inceneritori.

La Sicilia è tormentata da una nuova emergenza rifiuti. Quasi 50 Comuni, tra cui Palermo, sono con la spazzatura in strada a causa della chiusura delle discariche di Bellolampo, dove non è ancora disponibile la sesta vasca, e di Alcamo. L’assessore regionale ai servizi primari, Alberto Pierobon, ha autorizzato un conferimento straordinario in un impianto pubblico e altri impianti di trattamento sono in fase di autorizzazione. E Pierobon punta il dito contro la discarica di , dove sono ricorrenti i problemi, e afferma: “Purtroppo non esiste una bacchetta magica per problemi che si trascinano da anni. Su Bellolampo pesano gli effetti nefasti di una gestione molto carente e di una raccolta differenziata che non decolla. A Palermo la differenziata è inchiodata al 20%. Se l’impianto continua a ricevere il doppio di quanto potrebbe, tutto si fa difficile. Con questi numeri non ci sono discariche che tengano o possano mai bastare. Sono contento che molti sindaci abbiano compreso che, dove la raccolta differenziata procede spedita, i disagi sono stati minimi o nulli. Tanti amministratori stanno sposando questo processo di cambiamento e di rispetto delle regole nonostante i disagi, siamo felici e questo ci dà una carica in più”. Per tanti anni, nella gestione dei rifiuti, il privato è prevalso sul pubblico, coltivando spesso speculazioni e interessi illeciti. La Regione adesso ha deviato la rotta dal privato verso il pubblico, almeno nelle intenzioni. E l’assessore Pierobon spiega: “Noi abbiamo lavorato senza demonizzare i privati ma convinti che servisse riequilibrare il rapporto pubblico-privato, che al mio arrivo era molto sbilanciato. Parliamo di una incidenza dei privati di circa il 90 per cento contro il 10 del pubblico. Non abbiamo fatto sconti a nessuno, abbiamo stanziato in giunta 150 milioni di euro per impianti pubblici, inaugurando e potenziando quelli esistenti. Dove abbiamo rilevato una inerzia delle Srr, il governo Musumeci si è sostituito inviando i commissari. Abbiamo sostenuto i Comuni nel potenziare la differenziata che è salita al 40 per cento ed è raddoppiata in pochi anni, e in questo modo abbiamo ridotto i flussi in discarica di quasi 300mila tonnellate di rifiuti in due anni. Sono dati oggettivi, risultati raggiunti partendo praticamente da zero”. Tuttavia, nel frattempo, le discariche si esauriranno. E Pierobon conferma l’ipotesi degli inceneritori. Le sue parole: “Non è per niente esclusa ed è tutto contenuto nel piano rifiuti varato dal governo Musumeci che recepisce in toto le regole europee, per le quali le discariche devono essere residuali e si punta alla differenziata”.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

Most Popular

Covid, morta la bimba di 11 anni a Palermo. A Ribera record ricoverati non vaccinati. I dati del contagio

A Palermo all'ospedale pediatrico "Di Cristina" è morta la bambina di 11 anni ricoverata da diversi giorni nel reparto di terapia intensiva covid dopo...

Agrigento, associazioni turistiche contestano la spesa della tassa di soggiorno

Numerose associazioni turistiche, Tante Case Tante Idee, Abba, Assoturismo, Assohotel e Confesercenti, intervengono nel merito della spesa della tassa di soggiorno ad Agrigento. E...

Confasi Scuola dissente su recente decreto ministeriale. I dettagli

La Confasi Scuola esprime dissenso nei confronti del decreto del Ministero dell'Istruzione relativo alla formazione obbligatoria che riguarda i docenti su posto comune...

La Fidapa di Agrigento ha celebrato la “Cerimonia delle Candele”

La Fidapa di Agrigento ha celebrato la 40esima Cerimonia delle Candele, che rappresenta il momento più importante e significativo dell’anno sociale, rinnovando...

Recent Comments