Home Cronaca "Sorella Sanità", 10 a giudizio (VIDEO)

“Sorella Sanità”, 10 a giudizio (VIDEO)

L’inchiesta “Sorella Sanità”: tre imputati patteggiano la condanna, sei a giudizio abbreviato e uno in ordinario. I dettagli.

Nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Sorella Sanità”, tra i 10 imputati per i quali la Procura, ricorrendo l’evidenza della prova, ha disposto il giudizio immediato, in 3 patteggeranno la condanna, 6 hanno scelto il rito abbreviato mentre uno sarà giudicato in ordinario. La Procura ha prestato il consenso al patteggiamento del canicattinese Salvatore Manganaro, considerato il referente di Fabio Damiani per gli appalti. Si tratta di 4 anni e 2 mesi condizionati alla restituzione di tangenti che Manganaro avrebbe incassato assieme a Damiani e che superano il milione di euro. Poi Ivan Turola, referente occulto della società Fer.Co (4 anni e mezzo di carcere), e Roberto Satta, responsabile operativo della Tecnologie Sanitarie (5 anni). Processo in abbreviato per Damiani, manager dell’Asp di Trapani ed ex responsabile della Centrale unica di committenza per le gare di appalto a livello regionale, Antonio Candela, allora coordinatore della struttura regionale per l’emergenza Covid-19 ed ex manager dell’Azienda sanitaria provinciale di Palermo. Poi Giuseppe Taibbi, imprenditore legato a Candela. Francesco Zanzi, amministratore delegato della Tecnologie Sanitarie spa. Angelo Montisanti, responsabile operativo per la Sicilia di Siram e amministratore delegato di Sei Energia scarl. Salvatore Navarra, presidente del consiglio di amministrazione di Pfe spa. Sarà processato con il rito ordinario Crescenzo De Stasio, direttore unità business centro sud di Siram srl. L’inchiesta “Sorella Sanità” avrebbe svelato un giro di mazzette per pilotare quattro gare di appalto: oltre 600 milioni di euro in forniture e servizi.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

Most Popular

Agrigento, associazioni turistiche contestano la spesa della tassa di soggiorno

Numerose associazioni turistiche, Tante Case Tante Idee, Abba, Assoturismo, Assohotel e Confesercenti, intervengono nel merito della spesa della tassa di soggiorno ad Agrigento. E...

Confasi Scuola dissente su recente decreto ministeriale. I dettagli

La Confasi Scuola esprime dissenso nei confronti del decreto del Ministero dell'Istruzione relativo alla formazione obbligatoria che riguarda i docenti su posto comune...

La Fidapa di Agrigento ha celebrato la “Cerimonia delle Candele”

La Fidapa di Agrigento ha celebrato la 40esima Cerimonia delle Candele, che rappresenta il momento più importante e significativo dell’anno sociale, rinnovando...

Agrigento, il sindaco Miccichè, “ecco perchè non sono stati ancora attivati i Puc”

Il sindaco di Agrigento, Franco Miccichè, replica a quanto dichiarato dal vice presidente provinciale del Codacons di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, sulla mancata attivazione...

Recent Comments