Home Cronaca Sgominata presunta "banda di ladri" (video)

Sgominata presunta “banda di ladri” (video)

I Carabinieri della Compagnia di Agrigento sgominano una presunta banda di ladri in abitazione originari della Romania. L’intervista al tenente Giordano.

I Carabinieri della Compagnia di Agrigento, capitanati da Marco La Rovere, hanno coltivato le indagini contro commessi reati predatori. E poi hanno raccolto i frutti. Autorizzati dalla Procura della Repubblica di Agrigento, hanno arrestato cinque uomini di etnia rom, presunti responsabili di aver commesso almeno venti furti in abitazione. La banda ha allestito la base operativa ad Agrigento, e poi dalla città dei Templi sarebbe partita per le trasferte predatorie, svaligiando soprattutto ville isolate e poco frequentate. Le indagini sono iniziate a seguito di furti avvenuti ad inizio 2019 ad Agrigento, nelle località di San Leone, Villaggio Mosè e Montaperto, fino ad altri paesi confinanti. E poi nelle province di Caltanissetta ed Enna. I ladri, forzando porte e finestre con guanti, e travisati con passamontagna, sono entrati nelle abitazioni e hanno rubato oro, gioielli di valore, computer, e finanche armi legalmente custodite in cassaforte, che sono state scardinate a colpi di mazze di ferro. I Carabinieri hanno lavorato incessantemente per più di un anno e mezzo, visionando sia le telecamere installate nei centri cittadini, che nelle case private. L’attività investigativa ha sollevato il velo sull’organizzazione dei cinque, ognuno dei quali ha avuto un ruolo, dagli osservatori, che hanno colto le occasioni di assenza dei proprietari, le vedette, e gli esecutori materiali. La Procura della Repubblica di Agrigento ha disposto cinque fermi di indiziato di delitto. Nel corso delle perquisizioni domiciliari è stata scoperta refurtiva, tra monili in oro, tablet e computer, oggetti preziosi ed orologi, verosimile refurtiva che già al mattino di oggi è stata in parte riconosciuta e restituita ai proprietari depredati. Gli arrestati sono stati condotti nelle case circondariali di Agrigento, Sciacca e Termini Imerese. Quattro hanno età compresa tra i 25 e 40 anni, ed uno 60 anni…intervista al Vg…

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

Most Popular

Da ieri via libera ai matrimoni con tanto di trattenimento. Oggi, al Vg delle 14:05, le impressioni di una coppia agrigentina

Da ieri via libera ai matrimoni con tanto di trattenimento. Oggi, al Vg delle 14:05, le impressioni di una coppia agrigentina.

“Caso Forza Italia”, l’intervento degli assessori comunali di Agrigento

Il vicesindaco di Agrigento, Aurelio Trupia, e gli assessori Marco Vullo, Giovanni Vaccaro, Roberta Lala, Francesco Picarella e Gerlando Principato intervengono a seguito dell'intervento...

Il Pizzaiolo Diego Gaetano Lo Bue, conquista le ambite 3 Stelle di Peperoncino Rosso

Ancora un altro successo per Diego Gaetano Lo Bue, che riceve ben 3 stelle dalla Guida Peperoncino Rosso. Un grande traguardo per il pizzaiolo...

Offese il ministro Lamorgese, condannato De Luca

Il sindaco di Messina, Cateno De Luca, è stato sanzionato per avere offeso il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, in occasione della polemica insorta nei...

Recent Comments