Home Cronaca "Furbetti del cartellino", 18 misure cautelari a Palermo

“Furbetti del cartellino”, 18 misure cautelari a Palermo

Ennesimo caso di “furbetti del cartellino” a Palermo. I Carabinieri e la Polizia Municipale hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per 18 dipendenti comunali delle società partecipate del Comune Reset e Coime, indagati di falsa attestazione di presenza in servizio e truffa a danno dell’amministrazione. L’indagine, coordinata dalla procura, è iniziata dopo alcune segnalazioni anonime. Gli inquirenti hanno accertato un fenomeno di assenteismo di massa di quasi due decine di dipendenti dell’ufficio comunale che si occupa di impianti cimiteriali. In particolare, l’attività d’indagine svolta dal Carabinieri si è concentrata sulle assenze dei dipendenti, sia comunali che delle società partecipate Reset e Coime, che prestano servizio all’interno degli uffici dei Servizi Cimiteriali del Comune di Palermo, in via Lincoln. I militari hanno scoperto che gli impiegati sotto inchiesta avrebbero timbrato per altri colleghi per fingerne la presenza in servizio o consentire loro di assentarsi durante il lavoro. Nel corso di 5 mesi d’indagine, i militari hanno documentato quasi 2.000 “timbrature sospette”, di cui 240 sviluppate e contestate.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

“Girgenti Acque”, il caso contatori idrici e chiusini

Tra le ipotesi di reato contestate nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Waterloo” a carico della società Girgenti Acque, vi sarebbe anche l’installazione di contatori idrici cinesi...

Incostituzionale la detenzione per diffamazione, scarcerato Arnone

La Corte Costituzionale ha accolto il ricorso degli avvocati Daniela Principato e Raimondo Tripodo, ed ordinato al Tribunale dell’Esecuzione di Agrigento la scarcerazione dell’avvocato...

“Trattativa”, iniziate le arringhe difensive

Al processo d’Appello sulla presunta “trattativa” sono iniziate le arringhe difensive. L’avvocato Cianferoni: “Bagarella è da assolvere. E il processo va fermato”. Lo scorso 7...

Girgenti Acque, contributi elettorali a Miccichè. La replica: “Tutto documentato”

Tra gli indagati nell’ambito dell’inchiesta “Waterloo” su Girgenti Acque, per contributi elettorali, vi è anche il presidente dell’Assemblea Regionale e coordinatore regionale di Forza...

Recent Comments