Home Cronaca Allarme esodo nord - sud

Allarme esodo nord – sud

Si prevede, come a marzo, un esodo di massa dal nord al sud durante il fine settimana tra il 19 e il 20 dicembre. Ministero dell’Interno a lavoro preventivo

Come tra il 7 e l’8 marzo, anche adesso, tra il 19 e 20 dicembre, sabato e domenica, è allarme rientri dal nord al sud per le feste natalizie. Il primo a lanciarlo è stato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, che ha ribadito: “Il 19 e il 20 dicembre, ovvero l’ultimo week end in cui si può partire prima delle festività natalizie, rischiamo di rivivere quello che successe nella notte fra il 7 e l’8 marzo. Il rischio è proprio questo, e, perché oggi possiamo prevederlo, dovremo cercare di attrezzarci affinchè ci sia particolare attenzione nelle stazioni, negli aeroporti e da tutti i luoghi da cui la gente potrebbe partire. Bisognerà parlare con le Prefetture e con le forze dell’ordine per evitare che si creino più danni che lasciare la libertà a tutti di circolare nel periodo natalizio”. Si tratta di un allarme fondato e concreto allorchè l’ultimo Decreto del premier Conte prevede che anche la Sicilia sia blindata dal 21 dicembre al 6 gennaio, ed è consentito spostarsi solo per comprovate ragioni di salute o di lavoro o se si può dimostrare che si fa ritorno nel proprio domicilio o nella propria casa di residenza. Per le festività non è passata, inoltre, la richiesta di permettere i ricongiungimenti in base al grado di parentela, il che sbarra la strada non poco a chi vuole mettersi in viaggio. Il problema però sarà proprio nel week end 19-20 dicembre. A marzo migliaia di persone si riversarono nelle stazioni di notte, c’è chi decise di affrontare il viaggio anche in auto per tornare al sud. Oggi, memori di quell’esperienza si ha lo stesso timore ma al tempo stesso, come ha sottolineato Fontana, si ha il tempo per organizzarsi e prevenire la fuga di massa. Adesso occorrerà capire come: se i governatori delle regioni del sud adotteranno specifiche ordinanze. Nel frattempo, il ministero dell’Interno, proprio in occasione di quel fine settimana tra 19 e 20, sta predisponendo controlli rafforzati nelle arterie principali ma, essendo consentito spostarsi, difficilmente, se non ci saranno misure specifiche, potrà essere scongiurato un esodo di massa prima che entri in vigore lo stop agli spostamenti.

Most Popular

In Sicilia positivi tornano a crescere, è prima

Sono 133 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore su 13.310 tamponi processati, con una incidenza che risale allo...

Agrigento, la Provincia premia i volontari anti-covid

Ad Agrigento, domani, mercoledì 23 giugno, alla Provincia, nella Sala Giglia, alle ore 16, saranno consegnati gli attestati di riconoscimento alle associazioni di Protezione...

Agrigento, Miccichè accoglie le dimissioni di Costanza Scinta. Intervista al Vg

Al Comune di Agrigento, dopo averle congelate, il sindaco, Franco Miccichè, ha adesso accolto e protocollato le dimissioni dell’assessore ai lavori pubblici, Antonino Costanza...

‘Servire Agrigento’: “In città una scultura per Marco Pantani”

Il coordinatore provinciale del movimento “Servire Agrigento”, Raul Passarello, ha proposto al sindaco Miccichè di promuovere un concorso di idee per la realizzazione di...

Recent Comments