Home Cronaca "Le tangenti per amicizia" (video)

“Le tangenti per amicizia” (video)

Fabio Damiani avrebbe ammesso di avere intascato tangenti per amicizia con Manganaro. Le prospettive processuali, tra confessione e collaborazione.

Fabio Damiani, 55 anni, già responsabile della Centrale unica di committenza per gli appalti sanitari e direttore dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, detenuto nell’ambito dell’inchiesta “Sorella Sanità” dal 22 maggio scorso, adesso è stato scarcerato ed è ristretto ai domiciliari. Perché? Perché, in estrema sintesi, ha confessato di avere intascato tangenti per pilotare gli appalti della sanità pubblica. In due interrogatori, del 20 e 26 novembre scorsi, Damiani avrebbe ammesso tutte le contestazioni di reato che gli sono mosse. Sarebbe stato Fabio Damiani a scegliere i vincitori delle gare, e ciò solo tra imprenditori disposti a pagare le tangenti. E secondo la Procura di Palermo, le mazzette ruotate intorno a Damiani ammontano a circa 1 milione e 200mila euro. E l’ex manager avrebbe spiegato di avere intascato le tangenti per “il rapporto di amicizia che aveva con Manganaro”, l’imprenditore e faccendiere di Canicattì, riferimento di Damiani, che da tre mesi collabora con la Giustizia, ha proposto il patteggiamento della condanna a 4 anni e 2 mesi, e la restituzione di tangenti per 240mila euro. A differenza di Manganaro, la collaborazione di Damiani al momento si sarebbe limitata solo alla confessione delle ipotesi di reato che gli sono contestate. Nel frattempo, i magistrati titolari dell’inchiesta, probabilmente per incoraggiarlo alla collaborazione “piena”, gli hanno concesso i domiciliari. E ciò non solo in ragione delle ammissioni di responsabilità, ma anche perché le esigenze cautelari si sono affievolite allorchè Damiani è stato sospeso dal servizio. Adesso si attende con trepidazione se i due verbali del 20 e 26 novembre saranno depositati al processo in abbreviato a cui è stato ammesso l’ex manager. Ciò non è scontato. Infatti, il giudizio abbreviato si basa solo sugli atti depositati al momento in cui si chiede di essere ammessi al rito alternativo. Ebbene, i due verbali del 20 e del 26 novembre sono successivi e dunque, probabilmente, non saranno depositati. Però l’imputato in abbreviato ha facoltà di rendere dichiarazioni, e quindi Damiani, altrettanto probabilmente, potrebbe ripetere le stesse dichiarazioni comprese nei due verbali esclusi dal processo. Se ciò sarà, le ammissioni di Damiani gli consentirebbero di ottenere un ulteriore sconto della pena, oltre lo sconto di un terzo già previsto per i giudicati in abbreviato.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

Most Popular

Covid, la Sicilia resta gialla…ma ancora per poco

La Sicilia resta ancora in zona gialla ma inizia il percorso di 'rientro' in zona bianca. La regione, infatti, ha dati in miglioramento che,...

Covid, 464 nuovi casi nelle ultime 24 ore in Sicilia

Sono 464 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore nell'isola a fronte di 13.504 tamponi processati in Sicilia. L'incidenza sale al...

Agrigento, “acqua”, ok dal serbatoio Forche Rupe Atenea

Il sindaco di Agrigento Francesco Miccichè ha revocato con ordinanza n.125 del 24/09/2021, l’ordinanza n.123 del 16/9/2021 avente per oggetto: Segnalazione di acqua destinata...

Cga: ok a ricorso Rino Cirami. Ancora condannato Comune Terme Vigliatore

Nel 2014, il dott. Melchiorre Cirami, magistrato in quiescenza ed ex senatore della Repubblica, già nominato presidente e poi commissario straordinario con funzioni di...

Recent Comments