Home Cronaca Pietra tombale sui rifiuti radioattivi?

Pietra tombale sui rifiuti radioattivi?

Proficua seduta della Commissione Territorio e Ambiente all’Assemblea Regionale. Coro di no alle scorie radioattive da sotterrare anche in Sicilia.

Il governo Musumeci ha approvato una delibera in cui, in riferimento ai quattro siti siciliani candidati ad ospitare rifiuti radioattivi, si ribadisce: “La natura insulare, di per sé, rappresenta un elemento ostativo alla creazione di un Deposito di rifiuti nucleari in Sicilia in ragione del rilevantissimo rischio di incidente connesso al trasporto dei materiali radioattivi per via terra e per via mare”. “E la maggior parte dei rifiuti al momento è al nord” – ha sottolineato l’assessore a Territorio e Ambiente, Toto Cordaro, che ha partecipato ad una seduta nel merito della Commissione Territorio e Ambiente presieduta dall’agrigentina Giusy Savarino. Ancora nella delibera approvata, il governo regionale ricorda che in Sicilia sono stati riconosciuti sette siti Unesco e due geoparchi Unesco, di cui uno proprio nel Parco delle Madonie, territorio di Castellana Sicula, e Petralia Sottana, ovvero due delle quattro aree individuate per sotterrare scorie radioattive”. Ed ancora l’assessore Cordaro precisa che dei 67 siti in tutta Italia individuati come potenzialmente idonei a ospitare il Deposito nazionale dei rifiuti radioattivi che sorgerà in una di queste aree, 12 sono ritenuti ‘molto interessanti’, 11 ‘interessanti’ e 44 ‘meno interessanti’: ebbene le quattro aree della Sicilia rientrano tra le ‘meno interessanti’”. Ed a conclusione della seduta della Commissione Territorio e Ambiente, i componenti del Movimento 5 Stelle, ossia Giampiero Trizzino, Stefania Campo e Stefano Zito, commentano: “Ne eravamo certi prima, lo siamo ancora di più ora: il deposito di scorie radioattive in Sicilia non ci sarà mai. Il coro di no in Commissione Ambiente dell’Assemblea Regionale da parte dei sindaci delle aree chiamate in causa dalla Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (la CNAPI) è una sorta di pietra tombale sull’eventualità di un sito di stoccaggio in Sicilia”. Alla riunione della Commissione hanno partecipato anche i sindaci dei Comuni interessati, dunque Trapani, Castellana Sicula Petralia Sottana, Butera, e Calatafimi Segesta. Ed i deputati 5 Stelle aggiungono: “Il coro del no è stato unanime. Le condizioni geografiche, le infrastrutture, il carattere insulare, nonché i siti di pregio agricolo hanno portato gli amministratori locali a non accettare la proposta della Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee. Ricordiamo che questa Carta è solo una proposta e nulla di definitivo, sulla quale si devono determinare le amministrazioni locali coinvolte. Essendo queste tutte in linea nel non accogliere la proposta, ed essendo questa anche l’idea del Governo regionale, la Sicilia – lo possiamo dire senza incertezze – si dichiara unanimemente contraria ad ospitare il deposito nazionale delle scorie radioattive”.

Angelo Ruoppolohttp://www.teleacras.com
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune : Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. I suoi servizi sono, quotidianamente, pubblicati e tradotti da siti anche non italiani, utilizzando i video youtube, con milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo[at]virgilio.it

Most Popular

Primo caso di variante inglese nell’Agrigentino

Un uomo di 70 anni di Lucca Sicula, in provincia di Agrigento, è ricoverato all’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca dopo essere risultato positivo...

Crolla un muro di una scuola già inagibile a Porto Empedocle

A Porto Empedocle è crollato un muro della palestra della scuola “Falcone e Borsellino”, già dichiarata inagibile da alcuni mesi. I residenti nella zona,...

Chiesta l’assoluzione dell’aggiunto Vella dall’imputazione di calunnia

La Procura di Caltanissetta ha chiesto al Tribunale l’assoluzione dell’attuale procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, imputato, in abbreviato, di avere calunniato l’avvocato agrigentino...

Confasi Sicilia, Rosalia Spataro nominata a responsabile provinciale di Palermo del comparto Sport e Spettacolo

Il Presidente di Confasi Sicilia, Davide Lercara, ha nominato Rosalia Spataro responsabile per la provincia di Palermo del comparto Sport e Spettacolo. "Confasi -...

Recent Comments