Home Cronaca Renato Costa: "L'aumento dei contagi in Sicilia colpa dei cenoni natalizi"

Renato Costa: “L’aumento dei contagi in Sicilia colpa dei cenoni natalizi”

“Abbiamo fatto circolare il virus tra di noi. I nostri confini erano vigilati. Quindi, i nostri comportamenti hanno fatto sì che il coronavirus circolasse in maniera esagerata durante le festività natalizie e di fine anno. A nulla è servito l’invito ad essere morigerati”.

Così a Casa Minutella, in diretta su BlogSicilia.it, Renato Costa, commissario all’emergenza Covid-19 a Palermo. Costa ha, infatti, spiegato che “molti nostri concittadini hanno deciso di passare il Natale e il Capodanno con i parenti e gli amici, fregandosene delle regole impartite. Un amico pizzaiolo mi ha raccontato che continua a ricevere ordinazioni esagerate, anche 12 pizze alla volta. Quindi, gli assembramenti continuano ad esserci e la consapevolezza arriva solo dopo il tampone che non è salvifico, non è una patente d’immunità, dice ‘solo’ che in quel momento il virus non c’è”. Costa ha anche detto che “il Servizio Sanitario Nazionale sta rispondendo bene, all’altezza della situazione.
Tutte le strutture sono impegnate al massimo ma abbiamo il problema della diffusione del virus altrettanto importante. Sì, c’è la prospettiva del vaccino, la luce in fondo al tunnel ma proprio per questo motivo dobbiamo inasprire e irrigidire i nostri comportamenti perché il virus cammina con le nostre gambe”. Per Costa bisogna seguire dei ‘piccoli’ accorgimenti: “Non si può stare cinque in auto, se non si è conviventi. Non si può chiacchierare in una stanza tra più persone senza areare la stanza ogni 15 minuti. Non si deve togliere la mascherina in presenza di altre persone. Il distanziamento interpersonale è una scelta obbligata. Solo così si può uscire dalla crisi pandemica. Bisogna ricordare che ogni volta che ci sono comportamenti sbagliati, allunghiamo la soluzione dell’emergenza”.
Infine, Costa ha dichiarato che alla Fiera del Mediterraneo si effettuano 1.600 tamponi con punte di 2mila nel week-end e siamo passati a un tasso di positività del 9/10%.

Most Popular

Gestione emergenza sanitaria ad Agrigento, l’intervento di Spataro

“Piuttosto che inseguire la parabola pandemica attraverso la curva dell’incoerenza delle scelte amministrative, occorrerebbe adottare una strategia di prevenzione chiara, netta e lineare”. Il...

Agrigento, oltre agli asili e alla materna, il sindaco chiude tutte le scuole di ogni ordine e grado fino al 30 gennaio

Il sindaco di Agrigento, Franco Miccichè ha deciso: tutte le scuole, pubbliche e private, di ogni ordine e grado rimangono chiuse, almeno fino al...

Porto Empedocle: da un mese è il nuovo assessore alla Solidarietà sociale. Nostra intervista oggi al Vg delle 14:05 a Salvatore Di Dio

Porto Empedocle: da un mese è il nuovo assessore alla Solidarietà sociale. Nostra intervista oggi al Vg delle 14:05 a Salvatore Di Dio.

Musumeci fa rimpiombare la Sicilia in lookdown. Più critiche che allori. L’opposizione chiede le dimissioni da Commissario per il Covid. Oggi servizio al Vg...

Musumeci fa rimpiombare la Sicilia in lookdown, ma tiene molte scuole aperte. Un paradosso a cui stanno rimediando alcuni sindaci. Più critiche che allori...

Recent Comments