Home Cronaca "Il disastro generazionale"

“Il disastro generazionale”

La tastiera ha sostituito i rapporti interpersonali e spesso ciò si traduce in pericoli e rischi mortali come accaduto alla bambina di Palermo. Riflessioni e interventi. Servizio di Luisa Miccichè.

Provate a prestare attenzione, non è difficile. Nella maggior parte dei casi non vi è un minorenne, e spesso anche un maggiorenne, che non sia perennemente curvato su un telefonino cellulare di ultima generazione, anche camminando in strada, distraendosi a tal punto (come successo) di essere investito da un treno. Oppure con gli occhi fissi su di una play-station o un computer. I libri, il piacere e l’utilità della lettura, aldilà dei testi scolastici, sono ormai un cimelio del secolo scorso. I rapporti interpersonali, da “ragazzi del muretto” o dalle cosiddette “comitive”, ricorrono soltanto nell’ambiente scolastico e forse nemmeno a scuola. Si è invece stabilito un circuito vizioso di comunicazione di massa attraverso la tecnologia, rifuggendo dal contatto personale e affidando il tutto ad una tastiera. Ovviamente ciò influisce negativamente sullo sviluppo cerebrale e sulla formazione umana, prima che scolastica, di un bambino, di un ragazzino. Ancora più pericoloso è quando la comunità virtuale, per il gusto incosciente dello sprezzo del pericolo, escogita il sottoporsi a prove individuali per dimostrare la propria capacità e distinguersi nel gruppo, anzi nella tribù. E tali prove, aberranti e insidiose, degenerano in taluni casi addirittura nella morte, come accaduto ieri alla bambina di Palermo di 10 anni, ricoverata in fin di vita per asfissia prolungata e arresto cardiaco. Come invertire la rotta verso il disastro generazionale? Lo abbiamo chiesto ad un esperto, il docente e sociologo Francesco Pira. Intervento in onda oggi al Videogiornale di Teleacras.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

In Sicilia positivi tornano a crescere, è prima

Sono 133 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore su 13.310 tamponi processati, con una incidenza che risale allo...

Agrigento, la Provincia premia i volontari anti-covid

Ad Agrigento, domani, mercoledì 23 giugno, alla Provincia, nella Sala Giglia, alle ore 16, saranno consegnati gli attestati di riconoscimento alle associazioni di Protezione...

Agrigento, Miccichè accoglie le dimissioni di Costanza Scinta. Intervista al Vg

Al Comune di Agrigento, dopo averle congelate, il sindaco, Franco Miccichè, ha adesso accolto e protocollato le dimissioni dell’assessore ai lavori pubblici, Antonino Costanza...

‘Servire Agrigento’: “In città una scultura per Marco Pantani”

Il coordinatore provinciale del movimento “Servire Agrigento”, Raul Passarello, ha proposto al sindaco Miccichè di promuovere un concorso di idee per la realizzazione di...

Recent Comments