Home Cronaca Mafia, maxi confisca di beni

Mafia, maxi confisca di beni

Beni per un valore complessivo di circa 12 milioni di euro sono stati confiscati definitivamente dalla Direzione investigativa Antimafia nei confronti di Paolo Farinella, imprenditore edile di 76 anni, nato a Gangi, in provincia di Palermo, e residente a Caltanissetta. L’uomo è ritenuto interlocutore privilegiato di personaggi di spicco di Cosa Nostra nei territori di Caltanissetta, Palermo e Trapani. La confisca riguarda un patrimonio che conta 169 beni immobili a Caltanissetta e 18 a Gangi. Le indagini avrebbero evidenziato la sproporzione tra i beni riconducibili a Farinella e i redditi dichiarati, nonchè a inquadrare la caratura criminale del soggetto. Infatti, ancora dalle indagini sarebbe emerso che Paolo Farinella sia subentrato al fratello defunto Cataldo Farinella nella gestione delle imprese mantenendo sostanzialmente rapporti con esponenti di rilievo della organizzazione mafiosa nissena, palermitana e trapanese. Tra gli innumerevoli beni confiscati ed acquisiti definitivamente al patrimonio dello Stato vi è anche un terreno, nella contrada Mimiani a Caltanissetta, di circa 300 ettari, con annessa azienda agraria, in passato utilizzato quale riserva di caccia dai più noti esponenti di Cosa Nostra siciliana tra i quali Bernardo Provenzano e Giovanni Brusca durante la loro latitanza.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

Covid, 492 positivi in Sicilia nelle ultime 24 ore

Sono 492 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore nell'isola a fronte di 17.814 tamponi processati in Sicilia. L'incidenza scende al...

Il caso “Acqua a Fontanelle”, l’intervento del comitato “Fontanelle Insieme”

Ad Agrigento l’acqua erogata dal serbatoio di Fontanelle non è risultata conforme ai parametri di potabilità, e ne è stata sospesa l’erogazione. Poi, il...

“Trattativa”, l’intervento dell’avvocato Milio per Mario Mori

In occasione dell’ultima udienza dibattimentale al processo d’Appello sulla presunta “trattativa” Stato – mafia, che si svolge a Palermo, è intervenuto l’avvocato Basilio Milio,...

Blitz di Legambiente alla discarica abusiva a Naro

“Liberi dai veleni”. Nel giorno in cui ricorre l’anniversario dell’omicidio del giudice Rosario Livatino, Legambiente Sicilia ed il circolo Legambiente Rabat di Agrigento hanno...

Recent Comments