Home Cronaca "Borsellino", altre deposizioni

“Borsellino”, altre deposizioni

Al processo sul depistaggio delle indagini, dopo la strage di Via D’Amelio contro il giudice Borsellino, depone l’attuale questore di Sassari, Claudio Sanfilippo. I dettagli.

Nell’ambito dell’inchiesta sul depistaggio delle indagini dopo la strage di via D’Amelio contro il giudice Paolo Borsellino e la sua scorta, sono attualmente sotto processo, in primo grado a Caltanissetta, tre poliziotti, il funzionario Mario Bo, ex capo del gruppo d’indagine “Falcone – Borsellino”, e gli ispettori in pensione Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo, che si occuparono della tutela di tre falsi pentiti, Vincenzo Scarantino, Francesco Andriotta e Calogero Pulci. I tre poliziotti sono imputati di avere suggerito ai tre falsi collaboratori la versione da fornire agli inquirenti e i nomi da indicare quali responsabili della strage. La falsa verità, a cui tanti anni i giudici hanno creduto, è costata la condanna all’ergastolo a sette innocenti, poi scarcerati e adesso parte civile. Ebbene, adesso è stato ascoltato in aula l’attuale questore di Sassari, Claudio Sanfilippo, che, tra l’altro, ha dichiarato: “Non ho mai fatto parte del gruppo Falcone-Borsellino, anche se Arnaldo La Barbera me lo ha chiesto. Ero alla sezione ‘Catturandi’ e mi piaceva quello che facevo. Una volta a fine giornata La Barbera mi chiese di dare un’occhiata a dei brogliacci che contenevano delle intercettazioni ma non ricordo a quale delle due stragi si riferivano. Ogni sera mi arrivavano pile di brogliacci da leggere, ma feci quel lavoro per due tre sere, poi dissi a La Barbera che quel lavoro era assolutamente inutile e non avrebbe portato a nulla”. Claudio Sanfilippo giunse alla Squadra Mobile di Palermo nell’agosto del 1990. Nel 1992, all’epoca delle stragi, ha diretto una sezione istituita all’indomani dell’omicidio di Libero Grassi.
Ed ha aggiunto: “La Barbera mi chiese di dare una mano al collega Mario Bo. A La Barbera era difficile dire di no e quindi collaborai. Non avevo fatto nessuna indagine, quindi lo aiutai semplicemente a fare una collazione degli atti per il rapporto finale sulla strage, il cosiddetto ‘rapportone’. La mia attività è stata davvero molto limitata. Era Bo che conosceva le attività svolte fino a quel momento. Non ho mai visto Vincenzo Scarantino, il suo nome per me era assolutamente sconosciuto”. Poi Sanfilippo ha ricordato il giorno della strage, il 19 luglio del ’92, così: “Ricordo che c’era una grandissima confusione, di gente che andava e veniva. Mi misi semplicemente a disposizione ma non svolsi alcuna attività. Mi fermai lì fino a sera. Quello che era successo lo capivamo tutti. C’era un enorme cratere e quindi si capiva che l’esplosione era stata causata da un’autobomba”. Poi a domanda a risposto: “I miei rapporti tra l’allora capo della Squadra Mobile di Palermo, Arnaldo La Barbera, e Mario Bo erano ottimi. Anche i rapporti tra Bo e il dottore La Barbera erano ottimi. So di qualche piccolo problema personale che il dottore Bo aveva avuto, ma non credo che questo abbia mai incrinato il rapporto tra i due”.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

Most Popular

Covid, 1.100 nuovi positivi in Sicilia nelle ultime 24 ore

Sono 1.110 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 38.058 tamponi processati, con una incidenza del 3% per effetto dell’elevato numero di tamponi....

Vaccini: Gimbe, in Sicilia ricevuto prima dose 7,4%

In Sicilia la percentuale di popolazione che ha ricevuto la prima dose del vaccino è del 7,4% rispetto alla media nazionale dell'8,7%. La popolazione...

Ponte Stretto: Musumeci, governo prenda decisione coraggiosa

"Dire no al Ponte sullo Stretto significa negare alla Sicilia un futuro di sviluppo, ma noi faremo tutto quello che è umanamente possibile per...

Covid, in Sicilia dichiarate zone rosse altri tre comune

Nuova ordinanza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. Il Governatore ha dichiarato tre nuove “zone rosse” nell’Isola. Si tratta di Niscemi, in provincia di...

Recent Comments