Home Cronaca Agnello e i "dati covid falsi"

Agnello e i “dati covid falsi”

L’inchiesta sui presunti dati falsi covid, il perché della falsificazione, e l’intervento del procuratore aggiunto di Trapani, Maurizio Agnello.

Dunque la giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trapani, Caterina Brignone, nell’accogliere le misure cautelari proposte dalla Procura, non ha esitato a definire quanto sarebbe accaduto sui dati covid presumibilmente falsificati in Sicilia come un “disegno politico scellerato”. E poi, la stessa Brignone, ancora più nel dettaglio, ha scritto: “C’è stato un disegno più generale e di natura politica. Si è cercato di dare un’immagine della tenuta e dell’efficienza del servizio sanitario regionale, e della classe politica che amministra, migliore di quella reale, e di evitare il passaggio dell’intera regione o di alcune sue aree in zona arancione o rossa, con tutto quel che ne discende anche in termini di perdita di consenso elettorale per chi amministra”. Quindi, secondo la giudice Brignone, il reato di falso ideologico e materiale che si contesta agli indagati sarebbe stato commesso in ragione di un fine prettamente politico, legato al consenso politico e quindi elettorale. Tale interrogativo sul movente se lo è posto il titolare delle indagini, il procuratore aggiunto di Trapani, Maurizio Agnello, che commenta: “Il reato di falso è funzionale di solito ad altro. Apparentemente, l’unico motivo che ci siamo dati, atteso che la massima autorità politica regionale, cioè il presidente Musumeci, aveva invocato a più riprese la zona rossa, è che si volesse dare l’apparenza di una macchina sanitaria efficiente mentre così non era. O non lo era così come la si voleva fare apparire”. L’ex assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, invitato a comparire innanzi ai magistrati di Trapani, si è avvalso della facoltà di non rispondere. E il procuratore aggiunto Agnello così replica: “E’ un suo diritto non rispondere e lo rispettiamo, ma ho detto al suo avvocato che un amministratore pubblico dovrebbe avere il dovere di spiegare la sua posizione”. Poi, ancora in riferimento all’inchiesta, Agnello ha ribadito: “L’indagine è partita nei mesi scorsi da un laboratorio di Alcamo nel quale veniva processato un gran numero di tamponi e venivano trasmessi dati non veritieri: partendo da questo fatto siamo risaliti fino all’assessorato alla Sanità. Abbiamo assistito a una sistematica alterazione relativa ai soggetti positivi al Covid, ai deceduti e ai tamponi, dati trasmessi poi alle autorità sanitarie centrali, che avevano il dovere di approntare le contromisure necessarie. La frase ‘spalmiamo i morti’, seppur in un contesto telefonico, ci ha colpito molto, ed è una terminologia significativa della spregiudicatezza della condotta. Ci sono alcune intercettazioni, su cui non voglio entrare, in cui emerge evidente il tentativo di calmierare i numeri” – ha concluso Agnello.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

Most Popular

Il Consorzio Universitario di Agrigento ospita Aldo Cazzullo

Nell’ambito delle iniziative culturali promosse dal Consorzio universitario di Agrigento, lunedì prossimo, 21 giugno, alle ore 10:30, nell’auditorium “Rosario Livatino”, il Consorzio, in collaborazione...

Truffa on line a danno della parrocchia di Calamonaci, denunciato

I Carabinieri della stazione di Calamonaci, in provincia di Agrigento, dopo avere ricevuto la querela da parte di un giovane di 20 anni attivo...

Sport, nuoto. Iniziano i corsi di nuoto dell’istruttore Interlici. Intervista al Vg

La pandemia covid ha bloccato per diversi mesi il nuoto. Finalmente, però, si riparte. Oggi al Videogiornale di Teleacras in onda un'intervista all'istruttore Interlici.

La pandemia covid nella provincia agrigentina, i dati in dettaglio

La pandemia coronavirus nell’Agrigentino e i dati in dettaglio diffusi dall’Azienda sanitaria provinciale. Sono 24 i nuovi positivi. I guariti sono 23. Nessuna vittima....

Recent Comments