Home Cronaca Covid, il punto in Sicilia

Covid, il punto in Sicilia

Incidenza dei positivi al 3,8% in Sicilia. Preoccupazione tra i sanitari per la scadenza del vaccino. Migliorano le condizioni delle due bambine ricoverate a Palermo.

Sono 550 i nuovi casi di covid in Sicilia, a fronte di 14.234 tamponi processati. L’incidenza dei contagi è al 3,8%. L’isola è sempre terza per i nuovi contagi giornalieri in Italia dopo Lazio e Lombardia. Gli attuali positivi sono 6.191, con un aumento di 391 casi rispetto al precedente report. I guariti sono 150. I morti sono stati 9, per un totale di decessi di 6.019. I ricoverati ordinari sono 185, 8 in più, e quelli in terapia intensiva sono 20, 1 in meno. Ecco la distribuzione dei nuovi casi tra le province: Ragusa 175, Caltanissetta 103, Agrigento 98, Palermo 60, Catania 36, Trapani 29, Enna 26, Siracusa 19, Messina 4. Nel frattempo comincia a serpeggiare un po’ di preoccupazione tra medici, infermieri ed operatori sanitari in genere, che hanno completato le dosi di vaccino e che si avviano alla scadenza della copertura vaccinale. Le regole stabilite dal Parlamento europeo fissano a 9 mesi la durata del green pass dopo la seconda dose di vaccino, e 6 mesi per chi è guarito dal covid. “In effetti siamo davanti a un problema di carattere burocratico e a una questione di natura strettamente sanitaria – spiega il professore Antonio Cascio, direttore dell’Unità di malattie infettive del policlinico di Palermo – perché il green pass ha una scadenza precisa e quindi se scade viene in qualche modo impedita la libertà di movimento delle persone. Inoltre – sottolinea Cascio – si pone il problema della possibilità che gli operatori sanitari, certamente molto più esposti a rischi di contagio, possano in qualche modo infettarsi quando la copertura vaccinale sarà più debole. In riferimento alla terza dose, a mio giudizio è possibile inocularla a distanza di 11, 12 mesi dalla prima. Ovviamente resta il problema aperto di quanti ancora non hanno ricevuto la prima dose, e non sono pochi in Sicilia” – conclude. E buone notizie giungono dall’ospedale “Cervello” di Palermo dove è stata estubata la neonata di 2 mesi positiva al covid e partorita da una madre infettata. Restano invece stabili le condizioni dell’altra piccola, la più grande, di 11 anni, ricoverata all’Ospedale dei Bambini.

Most Popular

Cartello centrodestra e candidatura Montaperto a Favara: “No a Italia Viva”

“Siamo sempre stati e rimaniamo alternativi al centro sinistra e, pertanto, la coalizione a supporto della candidatura a sindaco di Totó Montaperto si dissocia...

Proficuo incontro tra Monella e Scavone

La coordinatrice regionale del dipartimento politiche sociali e tutela dei minori Lega Salvini Premier, Rita Monella, ha incontrato l’assessore regionale alla Famiglia e alle...

Savarino: “A breve i pagamenti bonus covid ai dipendenti Seus”

La deputata regionale del movimento “Diventerà Bellissima”, Giusi Savarino, annuncia che, grazie al governo Musumeci, sarà a breve pagato il bonus covid per i...

Agrigento, altri tre licenziamenti Tua confermati dalla Corte d’Appello di Palermo

La Sais Trasporti annuncia che la Corte d’Appello di Palermo, Sezione Lavoro, ha ribaltato altre tre sentenze con le quali il Tribunale del Lavoro...

Recent Comments