Home Cronaca Covid, il punto in Sicilia

Covid, il punto in Sicilia

Incidenza dei positivi ancora in aumento. Adesso è al 7,1%. Musumeci: “Siamo pronti a reggere una nuova ondata, ma spero che non ce ne sia bisogno”.

Sono 457 i nuovi casi di covid in Sicilia, a fronte di 6.395 tamponi processati. L’incidenza è al 7,1%. La regione è terza per nuovi contagi giornalieri in Italia, dietro Lazio ed Emilia Romagna. Gli attuali positivi sono 8.367, con un aumento di 446 casi rispetto al precedente report. I guariti sono 11. Nessuna vittima, per un totale dei decessi che si mantiene a 6.024. I ricoverati ordinari sono 244, 23 in più, e quelli in terapia intensiva sono 28, uno in meno. Ecco la distribuzione dei nuovi casi tra le province: Caltanissetta 142, Palermo 128, Catania 83, Ragusa 60, Siracusa 33, Trapani 8, Messina 2, Enna 1, Agrigento 0. Nel frattempo, in riferimento a contagi e vaccini, il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha affermato: “Siamo stati i primi a istituire controlli negli aeroporti per chi viene da certe aree. La linea del rigore ha pagato. Il servizio sanitario regge, abbiamo creato oltre 250 posti in più di terapia intensiva. Dovesse esserci una replica della recrudescenza del virus noi siamo pronti, ma speriamo non ce ne sia bisogno, e soprattutto speriamo che tutti si vaccinino. Ho appena fatto il richiamo del vaccino con Astrazeneca, sono un po’ frastornato ma debbo dire che non ci sono altri rimedi se vogliamo guardare al futuro con ottimismo. Il mio primo pensiero è cercare di proteggere almeno una vita umana, quella che potevo salvare con i provvedimenti che ho fatto”. E l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, ha aggiunto: “La curva dei contagi cresce? E’ fisiologico, ma è molto più basso il livello di gravità. Noi registriamo 28 ricoverati in terapia intensiva con un numero di positivi che è certamente più alto. Chi è ricoverato per covid in degenza ordinaria o intensiva è la stragrande maggioranza di non vaccinati o chi non ha completato il ciclo. Questo penso sia una risposta numerica seria a chi sostiene che il vaccino non sia utile”. E lo stesso Razza vanta le capacità espresse nell’accoglienza dei turisti contagiati, e spiega: “Noi abbiamo in questo momento in cura tantissimi turisti che sono ricoverati anche nei Covid Hotel messi a disposizione dalla Regione. Voglio dirlo con un pizzico di orgoglio, perché non in tutte le parti del mondo viene data accoglienza ai turisti come accade in Sicilia. Il messaggio di accoglienza in piena estate a chi ci raggiunge per ragioni di turismo deve fare il paio con un’attività assistenziale che sia adeguata”.

Most Popular

Teleacras ancora vittima di sabotaggi

L'emittente televisiva agrigentina Teleacras è bersaglio di ormai collaudati atti di sabotaggio ripetuti da tempo. Accade spesso, infatti, che, esattamente in occasione dell'inizio del...

Ad Agrigento in scadenza termine per abbattimento Tari, Imu e canone patrimoniale

Ad Agrigento scade giovedì prossimo, 30 settembre, il termine entro cui presentare le domande per ottenere l'abbattimento totale o parziale di Tari, Imu e...

A Canicattì i “Liberi e Forti” per Ettore Di Ventura

Il Coordinamento della lista “Liberi e Forti, Insieme per Servire Canicattì”, in corsa alle elezioni Amministrative del 10 e 11 ottobre, interviene tramite Totò...

Umile (Udc) sulla riforma della Giustizia

Il Coordinatore provinciale del Dipartimento Giustizia di Agrigento dell’Udc, Giovanni Umile, interviene nel merito della riforma della Giustizia ritenendo prioritario risolvere il problema dei...

Recent Comments