Home Cronaca Mafia, condannati gli ex “scappati”

Mafia, condannati gli ex “scappati”

Il Tribunale di Palermo infligge 19 condanne nell’ambito dell’inchiesta antimafia “New Connection” a carico degli ex “scappati” rientrati in Sicilia. I dettagli.

All’epoca dei primi anni ’80, a fronte della marcia irresistibile e sanguinaria dei corleonesi di Riina e Provenzano alla conquista di Palermo e del comando di Cosa Nostra, tanti palermitani, ancora sfuggiti agli agguati mortali, fuggirono ovunque, soprattutto negli Stati Uniti. Ad esempio Buscetta, Badalamenti, e gli Inzerillo, odiati da Riina tanto che ordinò: “Di questi Inzerillo non deve restare neanche il seme”. Ebbene, il 17 luglio del 2019, a Palermo, 200 poliziotti della Squadra Mobile, in collaborazione investigativa con i colleghi dell’Fbi americana, arrestarono 19 presunti affiliati o contigui al mandamento mafioso di Passo di Rigano, nella maggior parte “ex scappati”, tra le famiglie Inzerillo, Spatola e Buscemi, rientrati in Sicilia, e che sarebbero stati intenzionati a ricostituire la “mafia palermitana” dopo la morte di Riina, il 17 novembre del 2017. Ecco perché il blitz è stato intitolato “New Connection”, e tra gli arrestati vi furono anche Francesco e Tommaso Inzerillo, fratello e cugino di Totuccio Inzerillo, il boss del clan omonimo, ucciso a Palermo l’11 maggio del 1981, inaugurando lo sterminio. Ancora ebbene, adesso al palazzo di Giustizia, il giudice per le udienze preliminari, Elisabetta Stampacchia, a conclusione del giudizio abbreviato, ha sentenziato 19 condanne. La più severa è stata inflitta a Tommaso Inzerillo, 16 anni, poi 11 anni e 4 mesi al cugino Francesco Inzerillo, poi il nipote del boss Salvatore Inzerillo, Alessandro Mannino, è stato condannato a 12 anni e 4 mesi, poi 12 anni al genero di Tommaso Inzerillo, Giuseppe Spatola, e poi 14 anni a Giovanni Buscemi, 11 anni e 8 mesi a Giuseppe Sansone, 11 anni e 6 mesi a Benedetto Gabriele Militello, 11 anni e 4 mesi ad Antonino Fanara, 10 anni e 8 mesi ciascuno a Santo Cipriano, Antonio Di Maggio e Giuseppe Lo Cascio. E poi ancora Paolina Argano 1 anno e 6 mesi, Alfredo Bonanno 2 anni e 4 mesi, Veronica Cascavilla 2 anni e 4 mesi, Salvatore Lapi 2 anni e 2 mesi, Tommaso La Rosa 3 anni, Alessandra Mannino 2 anni e 2 mesi, e Rosalia Purpura 2 anni e 2 mesi. Sono stati assolti quattro imputati di reati minori: Maurizio Ferdico, Antonino Intravaia, Fabio Orlando e Giovanni Sirchia. Risarcimenti, da quantificare in sede civile, sono stati riconosciuti alle parti civili Sicindustria, Centro Pio La Torre, Fai e Solidaria. Subito invece una liquidazione di 4mila euro ciascuno per Confesercenti, associazione Caponnetto ed Sos Impresa.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

Most Popular

Branco aggredisce violentemente due trentenni a Palermo

A Palermo, in via Roma, è accaduto che due trentenni sono stati aggrediti perché “colpevoli”, tra virgolette, di avere tentato di difendere alcune ragazze...

“Rail Safe Day” in Sicilia, gli esiti

Nell’ambito dell’operazione cosiddetta “Rail safe day”, ovvero “Giorno sicuro in treno”, la Polizia ferroviaria siciliana, impegnata con 85 agenti, ha controllato 528 persone. Sono...

Ubriachi fradici a Porta di Ponte, intervengono i Carabinieri

Ad Agrigento i carabinieri e i sanitari del 118 sono intervenuti a Porta di Ponte dove è stato segnalato il barcollare, dopo avere posteggiato...

Amministrative e deposito liste, l’intervento di Decio Terrana

Il coordinatore regionale dell’Udc, onorevole Decio Terrana, interviene a seguito del deposito delle liste per le elezioni Amministrative del 10 ottobre, ringrazia tutti...

Recent Comments