Home Cronaca Pedo-pornografia, 13 arresti, 21 denunciati

Pedo-pornografia, 13 arresti, 21 denunciati

Inchiesta della Procura di Palermo e della Polizia postale sullo sfruttamento sessuale dei minori sul web. 13 arresti e 21 denunciati in tutta Italia.

La Procura di Palermo e la Polizia Postale hanno arrestato 13 persone e ne hanno denunciate altre 21 a conclusione di una indagine sullo sfruttamento sessuale dei minori online coordinata dal procuratore, Francesco Lo Voi, e dall’aggiunto Annamaria Picozzi. Agli indagati sono contestati, a vario titolo, i reati di divulgazione, cessione e detenzione di materiale pedo-pornografico. Dall’inchiesta, che si è protratta circa un anno e mezzo, sono emersi collegamenti tra cittadini italiani e stranieri che avrebbero detenuto e scambiato su internet foto e video con atti sessuali tra adulti e minori, violenze sessuali subite da bambini e a volte anche immagini pedo-pornografiche di neonati. Complessivamente sono stati sequestrati più di 250mila file. Per scovare i presunti pedo-pornografi, la Procura di Palermo ha autorizzato le attività di indagine sotto copertura, con il coordinamento nazionale del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. Gli operatori si sono infiltrati in canali specifici di scambio del materiale illecito, che gli indagati hanno ritenuto affidabili grazie all’anonimato garantito dalla rete. E gli infiltrati sono riusciti a scoprire le utenze adesso incriminate in 13 diverse regioni italiane dove, nel corso delle perquisizioni domiciliari, gli investigatori della Polizia Postale hanno sequestrato numerosi dispositivi informatici utilizzati anche per la conservazione dei file, spesso nascosti in contenitori come provette e confezioni per farmaci. Sul posto è stata eseguita la perquisizione informatica, e, quando l’esito è stato immediato e positivo, è scattato l’arresto in flagranza di reato dei 13, diversamente dagli altri 21 che hanno subito la denuncia penale. Tra gli inquisiti vi sono lavoratori autonomi o dipendenti, professionisti laureati o persone con il diploma di terza media, giovani e anziani, a testimonianza che la diffusione del raccapricciante fenomeno è trasversale. In Italia le città interessate dagli arresti e dalle perquisizioni sono Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Milano, Napoli, Pescara, Reggio Calabria, Roma, Torino, e Trento. Gli investigatori, oltre agli accertamenti informatici, hanno utilizzato, a supporto delle contestazioni di reato, le tecniche tradizionali come il sopralluogo, il pedinamento e l’osservazione dei sospettati. Adesso si è alla ricerca dei canali esteri. E, soprattutto, si è impegnati a identificare le vittime degli abusi, per garantire a loro sicurezza e adeguati percorsi di recupero.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

Most Popular

L’Amministrazione Miccichè sostiene i bambini negli asili nido

L'Amministrazione comunale di Agrigento, presieduta dal sindaco, Franco Miccichè, rende a disposizione delle famiglie, con bambini di età compresa nella fascia 0-3 anni, dei...

La morte di Fathallah sarebbe stata evitabile?

E’ insorto un interrogativo: la morte nell’ospedale di Reggio Calabria del giocatore di basket agrigentino, Haitem Jabeur Fathallah, di 32 anni, preda di un...

Danni ad auto ex presidente consiglio comunale e designato assessore a Canicattì, indagini in corso

A Canicattì i Carabinieri della locale Compagnia indagano per accertare se la rottura di un vetro posteriore dell’automobile di un esponente politico locale, l’ex...

Musumeci: “Il centrodestra perde dove non è unito”

Breve disamina politica, a cavallo del periodo attuale di elezioni Amministrative, del presidente della Regione, Nello Musumeci, che afferma: “In Sicilia credo che il...

Recent Comments