Home Cronaca Covid, terze dosi e bambini

Covid, terze dosi e bambini

Incidenza dei positivi in aumento in Sicilia, all’1,9%. Gli esperti: “Essenziali le terze dosi e le vaccinazioni ai bambini”. Sospesi altri quattro medici no vax.

Sono 466 i nuovi casi di covid in Sicilia, a fronte di 24.601 tamponi processati. L’incidenza è all’1,9%. Entrambi i dati sono superiori ai precedenti. La regione è al sesto posto in Italia per nuovi contagi giornalieri. Gli attuali positivi sono 7.639, con un decremento di 172 casi. I guariti sono 285. Le vittime sono state 9, per un totale dei decessi a 7.042. Sul fronte ospedaliero i ricoverati ordinari sono 350, 11 in meno, e quelli in terapia intensiva sono 39, 2 in meno. Ecco la distribuzione dei nuovi positivi nelle province: Palermo 64, Catania 183, Messina 5, Siracusa 73, Ragusa 4, Trapani 50, Caltanissetta 29, Agrigento 31, Enna 27. Nel frattempo, nella prospettiva di una recrudescenza della pandemia che si è già delineata, l’infettivologo siciliano, Antonio Cascio, spiega: “Il problema è semplice. Dove ci sono meno vaccinati, il virus si diffonde. Lo sappiamo da sempre. Chi non è protetto rischia. E tra i non protetti il covid andrà avanti e, purtroppo, farà danno. E poi ci sono i bambini e i ragazzini che ancora non si possono vaccinare. Gli elementi da considerare sono molteplici. Ritengo corretta l’espressione ‘pandemia dei non vaccinati’, e sarà sempre più chiaro che è così. Chi si salvaguarda con il vaccino molto difficilmente sconterà gli effetti gravi della malattia. Stiamo avendo un aumento di contagi in Europa, specialmente dove ci sono pochi vaccinati, e sarà importantissimo andare avanti, velocemente, con le terze dosi, aprendole a tutti, con precedenza agli anziani e ai fragili, come sta accadendo. Siamo già in una condizione di quasi normalità che diventerà totale quando avremo il 95 per cento degli immunizzati e quando cominceremo a estendere le dosi ai bambini” – conclude. E ancora in riferimento ai non vaccinati, altri quattro medici no-vax sono stati sospesi dall’Ordine dei medici di Catania. La procedura si è resa necessaria dopo un’attenta verifica adottata dai dirigenti sull’ultima lista di nominativi di camici bianchi non vaccinati trasmessa dall’Azienda sanitaria. Il presidente dell’Ordine, Ignazio La Mantia, ha commentato: “Il vaccino è un requisito essenziale per potere svolgere l’attività sanitaria. Eppure esiste ancora una percentuale di medici no vax, che a Catania fortunatamente è minima. L’ultimo elenco di 6 medici non vaccinati pervenuto dall’Azienda sanitaria al nostro Ordine nei giorni scorsi si è ridotto a 4, in quanto due colleghi risultavano in effetti vaccinati in altre sedi. Abbiamo proceduto dunque a sospendere i 4 colleghi non vaccinati sino al 31 dicembre 2021. Purtroppo la quarta ondata della pandemia inizia a preoccupare e, secondo l’Istituto superiore di sanità, a partire dalla seconda metà di agosto il trend delle infezioni continua a crescere proprio tra medici, infermieri e operatori sanitari”.

Most Popular

Agrigento, un marocchino denunciato per danneggiamento aggravato

Ad Agrigento un immigrato dal Marocco di 30 anni è stato già inquisito poche settimane addietro a seguito di un furto commesso a danno...

Raffadali, cartellino giallo per stalker

Il questore di Agrigento, Maria Rosa Iraci, ha emesso un ammonimento, ovvero ha sollevato il cartellino “giallo”, a carico di un uomo di 27...

Agrigento, sventata occupazione abusiva alloggi

Ad Agrigento, in via Nicone, nei pressi della via Esseneto, ignoti hanno tentato di occupare un edificio disabitato con quattro appartamenti. Hanno imbiancato le...

“Droga”, 12 arresti

Operazione antidroga all'alba di oggi dei Carabinieri a “Passo di Rigano” a Palermo. Arrestati 12 presunti spacciatori: 6 sono in carcere e gli altri...

Recent Comments