Home Cronaca Da oggi è "Porte aperte"

Da oggi è “Porte aperte”

Incidenza dei positivi al 2,1% in Sicilia. Da oggi fino a domenica dai 18 anni in su è possibile vaccinarsi senza prenotazione. Istituite tre nuove zone rosse.

Sono 320 i nuovi positivi al covid in Sicilia, su 14.908 tamponi processati, con una incidenza del 2,1%. La Regione è al secondo posto in Italia per numero di contagi giornalieri. Le vittime sono state 2, per un totale di 5.890. Il numero degli attuali positivi è di 7.322, con una diminuzione di 384 casi rispetto al precedente report. I guariti sono 702. Negli ospedali i ricoverati sono 404, 6 in meno, e quelli nelle terapie intensive sono 39, 3 in meno. Ecco la distribuzione dei nuovi casi tra le province: Palermo 68, Catania 66, Messina 21, Siracusa 28, Trapani 16, Ragusa 34, Agrigento 21, Caltanissetta 8, Enna 58. Nel frattempo, da oggi, giovedì 10 giugno, fino a domenica prossima, 13 giugno, è riproposta in Sicilia l’iniziativa “Porte aperte”. I cittadini dai 18 anni in su, che non presentano fragilità, potranno vaccinarsi su base volontaria negli hub vaccinali provinciali anche senza prenotazione. I vaccini a disposizione sono AstraZeneca e Johnson & Johnson. Così ha disposto il presidente della Regione, Nello Musumeci, “per – afferma – accelerare ulteriormente la campagna d’immunizzazione, che procede in maniera spedita in tutta l’Isola e fa registrare un trend in costante crescita. Nel periodo compreso tra 1 e 6 giugno, infatti, sono state effettuate quasi 287mila somministrazioni, superando ogni giorno il target assegnato alla Sicilia dalla struttura commissariale nazionale”. Ed ancora Musumeci, con propria ordinanza, ha istituito tre nuove zone rosse in Sicilia, ad Aidone, in provincia di Enna, Francofonte, nel Siracusano, e Valledolmo, in provincia di Palermo. Le restrizioni, adottate su richiesta dei sindaci interessati e in base alle relazioni delle Aziende sanitarie locali, saranno in vigore da domani venerdì 11 giugno fino a giovedì 17 giugno compreso. Con la stessa ordinanza, inoltre, è stata disposta la proroga della zona rossa, fino al 17 giugno, per Prizzi, in provincia di Palermo. Infine, a seguito di un accordo tra gli assessori alla Salute, Ruggero Razza, e ai Beni Culturali, Alberto Samonà, tre musei in Sicilia saranno per una sera trasformati in hub vaccinali nell’ambito dell’iniziativa intitolata “Vaccinarte, la salute incontra la cultura”, finalizzata ad incentivare l’adesione alla campagna anti-covid ed a promuovere la valorizzazione dell’arte e del patrimonio museale siciliano. I musei interessati sono il MuMe-Museo regionale di Messina, il Castello Ursino di Catania e il Museo Salinas di Palermo.

Most Popular

Morti in ospedale, familiari presentano denuncia

Una denuncia, contro ignoti, è stata presentata presso la Procura della Repubblica di Sciacca, dall’avvocato Rosario Monforte del Foro di Caltagirone, in nome e...

Covid in Sicilia, aumentano i malati

Sono 264 (+4 rispetto a ieri) i nuovi casi di Covid in Sicilia, il numero di tamponi comunicati dalla Regione è di 19.282, ma...

Di Rosa: “Bisogna modificare il sistema di raccolta differenziata ad Agrigento”

Il vice presidente provinciale del Codacons di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, ha diffuso una nota tramite cui ribadisce ancora una volta che, come già...

Contestazioni alla Medicina nucleare, assolti i vertici dell’Arnas Civico di Palermo

Nel corso del 2015 l’ARNAS Civico di Palermo, allora guidata dal Direttore Generale Giovanni Migliore, nell’ambito dei lavori di completamento dell’edificio noto come Nuovo...

Recent Comments