Home Prima pagina Sicilia, raccolta differenziata in aumento

Sicilia, raccolta differenziata in aumento

Tanti sono stati i progetti annunciati e poi non concretizzati da parte del governo regionale in carica, tra termovalorizzatori, aumento e potenziamento delle discariche pubbliche, e spedizioni di tonnellate di rifiuti oltre lo Stretto di Messina. E a fronte, invece, della costante condizione di stallo, l’ unica risorsa su cui si intensificano gli sforzi è la raccolta differenziata. La Sicilia è da sempre fanalino di coda in Italia in tale ambito, ma adesso si profilano dei segnali positivi, almeno secondo il presidente della Regione, Rosario Crocetta, che, presentando i dati sulla differenziata, non ha esitato a definirli “una svolta”, aggiungendo : “Siamo arrivati al 21 per cento, incrementando del 10 per cento in un anno. Molti sindaci stanno facendo un ottimo lavoro anche grazie al nostro impegno. Stiamo mettendo a regime il sistema, finalmente abbiamo impianti di trattamento dei rifiuti indifferenziati che vanno in discarica. E con la minaccia dei commissariamenti dei Comuni abbiamo incentivato la differenziata”. Meno ottimista, ma pur sempre in positivo, è il responsabile dell’ Ufficio speciale per la raccolta differenziata in Sicilia, Salvo Cocina, che riferisce di un aumento medio dell’ 1 per cento, e spiega : “Abbiamo puntato molto sul porta a porta. Ci sono delle province virtuose, come Caltanissetta e Trapani, e altre, invece, che sono molto indietro. I Comuni più virtuosi sono quelli piccoli, mentre in ritardo sono le grandi città. Palermo, ad esempio, è ferma al 13 per cento. Catania, Messina e Siracusa sono al 10-14 per cento. Dunque – ecco la logica conclusione di Cocina – se noi vogliamo arrivare ad elevate percentuali di differenziata dobbiamo lavorare sulle grandi città”. E poi, lo stesso dirigente regionale punta il dito contro i Comuni inadempienti, già sotto la minaccia del commissariamento, e ricorda che gli Enti locali che non praticano la raccolta differenziata danneggiano le casse pubbliche e quindi si tratta di un danno all’ Erario. E Cocina cita, tra l’altro, il caso del Comune di Catania dove una gara d’appalto è stata appena dichiarata illegittima perché nel bando sono stati introdotti bassi livelli percentuali di raccolta differenziata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

La denuncia dell’on. Pullara: “In Sicilia sold out per agosto, tranne ad Agrigento”. I dettagli, oggi al Vg

La denuncia del deputato regionale di Prima L'Italia, Carmelo Pullara: "In Sicilia sold out per agosto, tranne ad Agrigento. I perché sono facili da...

Il Lido Majata aperto per la serata della vigilia di Ferragosto

Il Lido Majata di Punta Grande, a pochi metri dalla Scala dei Turchi, ha organizzato per il 14 agosto prossimo, vigilia di Ferragosto, una...

A lui di 72 anni vietato di avvicinarsi alla sua ex lei di 57 anni

A Siracusa i poliziotti della Squadra Mobile hanno eseguito a carico di un anziano di 72 anni la misura cautelare, emessa dal Tribunale, ...

L’attore hollywoodiano, Ray Winstone è cittadino onorario di Cianciana. Oggi, le interviste al Vg

L'attore hollywoodiano, Ray Winstone è cittadino onorario di Cianciana. Ieri sera, cerimonia al Consiglio comunale che compatto si è espresso positivamente sull'iniziativa portata avanti...

Recent Comments