Home Cultura Gucci e la sfilata di moda, no di Atene, sì di Agrigento

Gucci e la sfilata di moda, no di Atene, sì di Agrigento

In Grecia, ad Atene, al Partenone, no alle modelle: lo stilista Gucci avrebbe desiderato che una sfilata si svolgesse nel tempio simbolo della cultura ellenica, ma il Consiglio archeologico centrale della Grecia, nonostante si trattasse della possibilità di incassare 2 milioni di euro per un quarto d’ora di sfilata, ha risposto no e ha spiegato: “Il carattere culturale unico dei monumenti dell’Acropoli è incompatibile con questo tipo di evento”. Gucci a giugno avrebbe installato una passerella per una sfilata di 15 minuti con 300 ospiti. Ebbene, ad Agrigento, già da due stagioni, il Parco della Valle dei Templi incassa 100mila euro per una serata concessa al Google Camp, una cena a ridosso del Tempio della Concordia riservata ad alcuni miliardari del pianeta. E il direttore dell’Ente Parco dei Templi, Giuseppe Parello, ha colto l’occasione del no di Atene per offrire invece a Gucci la disponibilità della Valle dei Templi ad ospitare la sfilata di moda. Parello afferma: “I templi greci ce li abbiamo anche ad Agrigento. Gucci venga da noi. Iniziative come questa hanno un risvolto positivo anche per la nostra immagine. Se si tratta di iniziative interessanti e utili le nostre porte sono aperte. Il ritorno di immagine è garantito, sia per noi che per i visitatori.”

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Crisi Aica, l’intervento della Cgil e la proposta di soluzione

La maggior parte dei Comuni aderenti all’Aica, l’Associazione idrica dei Comuni agrigentini, non ha ancora approvato i piani di rientro e, di conseguenza, non...

La pandemia covid nella provincia agrigentina, i dati in dettaglio

La pandemia coronavirus nella provincia agrigentina, e i dati in dettaglio diffusi dall’Azienda sanitaria provinciale. Sono 28 i nuovi contagiati. I ricoveri, in terapia...

Emittenti radiotelevisive in difficoltà. Rea scrive al Ministro (video)

Emittenti radiotelevisive in difficoltà: lettera della Rea (Radiotelevisioni europee associate) al ministro per la Comunicazione. I dettagli nel video

“Hanno pagato la tassa di stazionamento oppure no?”

Il vice presidente provinciale del Codacons di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, ha diffuso delle foto a testimonianza – a suo avviso – di quanto...

Recent Comments