Home Cronaca "Stalking a Sinatra", Arnone paga ammenda di 200 euro per molestie

“Stalking a Sinatra”, Arnone paga ammenda di 200 euro per molestie

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, il pubblico ministero, Andrea Maggioni, a conclusione della requisitoria, ha chiesto la condanna a 6 mesi di reclusione, già scontata di un terzo per la scelta del giudizio abbreviato, a carico dell’avvocato agrigentino Giuseppe Arnone, imputato del reato di stalking a danno dell’imprenditore Vincenzo Sinatra. Nel capo d’imputazione, tra l’altro, si legge: “Perché, con reiterate condotte diffamatorie e minacciose, molestava Vincenzo Sinatra, così da cagionargli un perdurante e grave stato d’ansia e di paura, anche ingenerando un fondato timore per la propria incolumità e per quella dei prossimi congiunti, in special modo la figlia.” Le condotte contestate ad Arnone risalgono al 2015 e sarebbero state perpetrate innanzi ad un esercizio commerciale dello stesso Sinatra del quale Arnone avrebbe anche chiuso il cancello d’ingresso con una catena. Ebbene, il giudice per le udienze preliminari, Stefano Zammuto, ha derubricato il reato di stalking nel reato di molestie, e ha condannato Arnone al pagamento di un’ammenda di 200 euro, ritenendo integrata la contravvenzione colposa di cui all’articolo 660 del codice penale. Lo stesso Giuseppe Arnone commenta: “Sono estremamente soddisfatto di questa sentenza, viene comprovata ancora una volta la persecuzione giudiziaria. Credo che sia il primo caso di una requisitoria di un’ora e mezza per ottenere un’ammenda di 200 euro. Ciò che ho denunciato è giusto che sia oggetto di processo.”

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Covid, migliorano i dati in Sicilia nell’ultima settimana

In Sicilia nella settimana 11-17 maggio si registra una performance in miglioramento per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (1973) e si evidenzia...

Cade da una impalcatura, muore imprenditore edile di Lipari

Un'imprenditore edile Bartolo Zaia, 68 anni, è morto a Lipari cadendo da una impalcatura in un cantiere in località Zinzolo dove stava ristrutturando un'abitazione. Dalle...

Colpi di pistola sparati contro l’abitazione di un’avvocatessa

A Serradifalco, in provincia di Caltanissetta, alcuni colpi di pistola sono stati sparati – ed è la seconda volta - contro il portone...

Aics Borghi d’Italia e scoperta delle proprie Radici. Oggi, importante incontro

Dopo lo straordinario successo del convegno dello scorso mese di aprile a Comitini, dove erano presenti tra gli altri, l'assessore regionale agli Enti Locali,...

Recent Comments