Home Cronaca Fontana e Gucciardo contro Caristia

Fontana e Gucciardo contro Caristia

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, lo scorso 2 marzo, al processo preliminare nell’ambito dell’inchiesta sul progetto di costruzione del residence “Borgo Scala dei Turchi” a Realmonte, il giudice per le udienze preliminari, Francesco Provenzano, ha ammesso la costituzione di Legambiente come parte civile. In precedenza, una settimana addietro, il 25 febbraio, il responsabile del progetto sotto processo, Gaetano Caristia, 71 anni, titolare della società siracusana “Comaer”, tramite l’avvocato Gigi Restivo, ha denunciato gli esponenti agrigentini di Legambiente, Domenico Fontana e Daniele Gucciardo. E Caristia ha spiegato così il perché: “Perché Legambiente da una parte chiede di costituirsi parte civile contro di me e la Comaer, e dall’altra nulla eccepisce quando i suoi esponenti più autorevoli della provincia di Agrigento, Fontana e Gucciardo, redigono, su committenza privata, un progetto esecutivo per la costruzione di un campeggio con bungalows su una superficie pari al triplo di quella della Comaer (180.000 metri quadrati) in contrada Lido Russello, a poche centinaia di metri dagli interventi che avrebbe dovuto porre in essere la mia società Comaer, e su area parimenti vincolata. Sono chiari i motivi della denuncia di Legambiente e la richiesta di costituzione di parte civile: la tutela degli interessi particolari di Fontana e Gucciardo e non certo il rispetto dell’ambiente” – ha concluso Gaetano Caristia. La replica di Mimmo Fontana, responsabile nazionale per l’urbanistica e le politiche per il mezzogiorno di Legambiente, e di Daniele Gucciardo, vice presidente del circolo Rabat di Legambiente, non si è attesa più di tanto. I due hanno appena presentato denuncia – querela contro Gaetano Caristia. E Fontana e Gucciardo spiegano così il perché: “Perché Caristia ha diffuso notizie scientemente false, diffamatorie e calunniose ai nostri danni, sapendoci totalmente estranei ai reati che lo stesso ha denunciato, danneggiandoci sia come professionisti e architetti, che come componenti dell’associazione Legambiente. Sono le stesse perizie giurate depositate dal signor Caristia, nella denuncia nei nostri confronti, che dimostrano che alcuni edifici si trovano all’interno della fascia di inedificabilità stabilita nel parere rilasciato dalla Soprintendenza ai Beni culturali di Agrigento. Non siamo stati noi, Fontana e Gucciardo, né tanto meno Legambiente, ad avere revocato le autorizzazioni o rinviato a giudizio il signor Caristia. Questo è avvenuto perché gli organi preposti hanno effettuato i dovuti controlli anche rispetto a ciò che noi abbiamo segnalato nel 2013. Il fatto che il signor Caristia ci abbia denunciati appare strumentale poiché questo era finalizzato al tentativo non riuscito di far escludere Legambiente Sicilia come parte civile nel processo a suo carico. A questo punto invitiamo il signor Caristia a riflettere sulla strategia difensiva che con ogni probabilità produrrà come unico effetto un altro procedimento a suo carico per un reato ben più grave, la calunnia, ed un grosso risarcimento danni commisurato con la gravità delle sue accuse. Se fossimo in lui non vorremo che questa strategia difensiva fosse, in realtà, orientata a regolare conti che nulla hanno a che fare con i fatti per i quali è sotto processo.”

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al maggio 2022 oltre 27 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Avrebbe violentato una minorenne di Aragona, arrestato latitante romeno

A Catania, all’aeroporto “Fontanarossa”, la Polizia di frontiera ha arrestato il romeno Florin Sarbu, appena atterrato con un volo dalla Romania, ricercato da 6...

Agrigento, questa sera “Al Calante” si presenta l’Agrigento Futsal

Ad Agrigento questa sera, venerdì 7 ottobre, a San Leone, al porticciolo turistico, nei locali di "Al Calante", alle ore 20:30 sarà presentata ai...

San Leone, il Genio civile interviene sul famigerato “tubo Mare Nostrum”

Il Genio civile di Agrigento, diretto da Rino La Mendola, ha progettato i lavori per la protezione della condotta fognaria sulla spiaggia di Mare...

Covid Sicilia, il bollettino valido fino alle ore 18 di oggi

Sono 1.270 i nuovi casi di covid in Sicilia, a fronte di 11.161 tamponi analizzati. Il tasso di positività è all’11,3%. La regione è...

Recent Comments