Home Politica Decadono i manager, anche Venuti (video)

Decadono i manager, anche Venuti (video)

La Corte Costituzionale ha bocciato nomine e proroghe di manager sanitari del governo Crocetta. Decadono in dieci, compreso Venuti ad Agrigento. I dettagli.

Dieci commissari attualmente a capo di Aziende sanitarie provinciali e ospedali siciliani sono stati illegittimamente nominati o prorogati. Così ha sancito la Corte Costituzionale, che si è pronunciata su un ricorso promosso dal Consiglio dei Ministri contro l’articolo 3 della legge regionale siciliana di proroga dell’esercizio provvisorio dello scorso anno che, tra una norma economica e l’altra, ha introdotto la proroga dei manager sanitari. L’ex presidente della Regione, Rosario Crocetta, li ha nominati o prorogati pochi mesi prima del voto per le Regionali del 5 novembre scorso, frettolosamente, non attingendo dall’apposito albo regionale, all’epoca in fase di aggiornamento. Ecco perché sono intervenuti i giudici della Corte Costituzionale che hanno cancellato tale provvedimento. Ancora più nel dettaglio, a breve si concluderà la procedura di decadenza dell’incarico per dieci commissari di Aziende sanitarie e ospedali in Sicilia. E si tratta di Gervasio Venuti ad Agrigento, Giovanni Bavetta a Trapani, Fabrizio De Nicola al Policlinico di Palermo, Antonio Candela all’Azienda sanitaria provinciale di Palermo, Giovanni Migliore al Civico di Palermo, Maurizio Aricò al Villa Sofia-Cervello di Palermo, Gaetano Sirna a Messina, Michele Vullo al Policlinico di Messina, Salvatore Ficarra a Ragusa, e Giorgio Santonocito al Garibaldi di Catania. Loro, i dieci, entro 5 giorni hanno facoltà di opporre contro-deduzioni. In verità, i dieci manager, forse, usciranno dalla porta, obbedendo alla Corte Costituzionale, e poi rientreranno dalla finestra. Infatti, l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, prospetta: “L’orientamento è quello di rinominarli tutti in blocco dopo Ferragosto. Le procedure di selezione dei nuovi manager attraverso l’apposita commissione istituita presso l’assessorato sono ormai in fase avanzata e non avrebbe senso mettere alla guida delle aziende nuove persone per un mese. Bisogna assicurare la continuità specie quando si ha a che fare con aziende che si occupano della salute delle persone”. Ok, però si rileva che essendo da ritenersi illegittime le nomine e le proroghe dei dieci manager, di conseguenza sono illegittimi anche tutti gli atti che hanno firmato. E l’assessore Razza replica: “No, tutti gli atti, bandi di concorso compresi, antecedenti la sentenza della Corte Costituzionale, che è dello scorso 22 maggio ed è stata da poco pubblicata in gazzetta ufficiale, sono legittimi. Gli altri dopo la sentenza, invece, no, però sono sanabili, perché lo stesso manager decaduto e poi rinominato potrà ratificare tutto ciò che ha firmato dopo la sentenza”.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Licata, incendio doloso ad uno scooter

A Licata, nel quartiere Bronx, una mano ignota avrebbe appiccato il fuoco ad uno scooter di proprietà di un disoccupato di 36 anni del...

Furto allo Iacp di Agrigento

Ad Agrigento un ladro, o più ladri, sono entrati furtivamente forzando l’ingresso all’interno della sede dello Iacp, l’Istituto autonomo case popolari, in via Bramante,...

Musumeci e il sistema “Lumia – Montante”

Reso pubblico l’intervento di Musumeci innanzi alla Commissione regionale antimafia nel merito del cosiddetto “Sistema Montante”. I dettagli. Nel corso della seduta dell’Assemblea Regionale in...

Carabiniere assolto dopo sette anni di sospensione dal servizio

Il giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Antonio Cucinella, ha assolto Giuseppe Camilleri, 47 anni, ex comandante della stazione dei Carabinieri di Burgio. Camilleri,...

Recent Comments