Home Cronaca I casi, Musumeci si arma, task force per la crisi (video)

I casi, Musumeci si arma, task force per la crisi (video)

I casi coronavirus in Sicilia. Il presidente della Regione, Musumeci, si avvarrà di Polizia ed Esercito. Istituita una task force anticrisi economica.

I casi di contagiati da coronavirus in Sicilia sono 1.859. Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 18.686. Sono risultati positivi 1.859, mentre, attualmente, sono ancora contagiate 1.664 persone.
Sono ricoverati 608 pazienti, di cui 73 in terapia intensiva, poi 1.056 sono in isolamento domiciliare, 94 guariti e 101 deceduti.
Ecco la divisione dei casi positivi nelle nove province siciliane: Agrigento 97, Caltanissetta 73, Catania 500, Enna 245, Messina 300, Palermo 255, Ragusa 40, Siracusa 76, Trapani 78.

Il presidente della Regione, Nello Musumeci, recentemente, a fronte dell’emergenza coronavirus, ha usato termini militari, appropriati e mai fuori luogo. Alludendo all’attuale stato di guerra – perché guerra è ed è guerra contro un nemico invisibile quale è il virus importato dalla Cina – il presidente Musumeci si è espresso ad esempio così: “Ogni giorno ci scontriamo con chi non collabora o rema contro, i disertori, ma siamo in guerra, e i disertori non si fucilano ma si abbandonano sul campo di battaglia”. E poi, ancora ad esempio, Musumeci si è espresso così: “Abbiamo chiesto i dispositivi di sicurezza alla Protezione civile nazionale. Sono arrivati con il contagocce. Ma siamo in guerra. E in guerra non si fanno i processi”. Ebbene adesso Nello Musumeci veste la divisa del comandante d’armi in Sicilia, ed è più che condivisibile che la vesta. Lui raccomanda prudenza, responsabilità, rispetto rigido delle sue ordinanze, e dunque, brandendo l’articolo 31 dello Statuto speciale della Sicilia, che non è stato mai applicato, il presidente invoca il potere, sancito dallo stesso articolo 31, di avvalersi della Polizia di Stato e dell’Esercito di stanza nell’Isola in situazioni di emergenza. Sì. E’ così. L’odierna è la più grave emergenza dal dopoguerra. Quindi, la giunta regionale ha approvato un disegno di legge costituzionale composto da un solo articolo. E poiché è un disegno di legge costituzionale, ovvero che gratta alcune pareti della Costituzione Italiana, è stato trasmesso prima all’Assemblea Regionale per l’approvazione, e poi volerà a Roma per essere approvato definitivamente da Camera e Senato. Dopodiché, per l’attuazione delle ordinanze o di altri suoi provvedimenti, il presidente della Regione Sicilia, di concerto con il ministro dell’Interno, si potrà avvalere della Polizia di Stato. E, di concerto con il ministro della Difesa, disporrà delle Forze armate di stanza in Sicilia. Nel frattempo il governo Musumeci, con un apposito decreto a firma dell’assessore all’Economia, Gaetano Armao, ha istituito una speciale task-force per coordinare le misure finanziarie ed economiche necessarie a fronteggiare l’attuale crisi provocata dall’emergenza coronavirus. Il gruppo di lavoro si è già insediato a Palazzo d’Orleans a Palermo, ed è composto dal ragioniere generale della Regione, dai dirigenti generali dei dipartimenti Finanze, Programmazione e Attività produttive, dalle Autorità di gestione dei Fondi europei e nazionali, e dall’Autorità regionale dell’innovazione tecnologica, oltre che dal capo di Gabinetto vicario del presidente Musumeci. A coordinare la task force, a cui non spetterà alcun compenso, è il dirigente regionale Benedetto Mineo, già capo dell’Agenzia delle dogane e ai vertici di Equitalia. Il compito di Mineo consiste nel pianificare e monitorare lo stato degli interventi anticrisi, e nel rendicontare al governo, avvalendosi delle strutture tecniche regionali e dell’assistenza tecnica, sui fondi disponibili nei vari dipartimenti.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

Most Popular

Cartello centrodestra e candidatura Montaperto a Favara: “No a Italia Viva”

“Siamo sempre stati e rimaniamo alternativi al centro sinistra e, pertanto, la coalizione a supporto della candidatura a sindaco di Totó Montaperto si dissocia...

Proficuo incontro tra Monella e Scavone

La coordinatrice regionale del dipartimento politiche sociali e tutela dei minori Lega Salvini Premier, Rita Monella, ha incontrato l’assessore regionale alla Famiglia e alle...

Savarino: “A breve i pagamenti bonus covid ai dipendenti Seus”

La deputata regionale del movimento “Diventerà Bellissima”, Giusi Savarino, annuncia che, grazie al governo Musumeci, sarà a breve pagato il bonus covid per i...

Agrigento, altri tre licenziamenti Tua confermati dalla Corte d’Appello di Palermo

La Sais Trasporti annuncia che la Corte d’Appello di Palermo, Sezione Lavoro, ha ribaltato altre tre sentenze con le quali il Tribunale del Lavoro...

Recent Comments